Massimo Centini indaga sul sepolcro vuoto di Cristo

Massimo Centini indaga sul sepolcro vuoto di Cristo

Recensione apparsa su Avvenire il 12 Gennaio 2011

La scomparsa del cadavere di un condannato a morte, in particolare di “quel” condannato, per i credenti costituisce un segno della resurrezione, ma nello stesso tempo offre tutta uan serie di importanti occasioni per provare a smontare e rimontare i fatti che precedettero la fine terrena di un uomo straordinario.
L’incipit del libro di Massimo Centini
La tomba vuota. Indagine sulla morte di Cristo (Odoya, pagine 236, euro 15,00) è appunto il sepolcro vuoto: da qui si snoda un’indagine, condotta con estremo rigore scientifico, per ripercorrere le fasi della passione di Cristo ponendo in evidenza gli aspetti storici, archeologici e antropologici che possano contribuire a comporre un quadro globale delle ultime ore – dalla cattura alla resurrezione – del Figlio di Dio.
L’autore guida il lettore, che diviene investigatore, offrendogli fonti note e meno note, dettagli anatomopatologici, analisi trasversali per contribuire a valutare la storicità dell’evento e coglierne gli aspetti più umani.


Vai alla scheda del libro
Visualizza l'immagine dell'articolo

Pubblicato: 13.01.2011
Odoya srl. Via Carlo Marx 21, 06012 Città di Castello (PG)
Tel +39.0753758159 / Fax +39.0758511753 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2019 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.083 - Number of Queries: 132 - Query Time: 0.052613419921875