Bob Dylan su La voce di Mantova

Bob Dylan su La voce di Mantova

IL MITO DI BOB DYLAN RACCONTATO DA GREIL MARCUS E CAROLYN HESTER
Recensione apparsa su La voce di Mantova il  Ottobre 2011

di Fabio Guastalla

«Stavo preparando il terzo album presso il Club 47, il quartier generale della musica folk a Boston, quando arriva un ragazzo che dice di chiamarsi Bob e chiede di poter suonare con me. Io però come chitarrista avevo già Bruce Langhorne, per cui gli dissi: “se vuoi puoi suonare l’armonica.” Alcuni giorni dopo cominciammo a fare le prove al Village, e John Hammond (produttore della Columbia Records, ndr) non riusciva a staccare gli occhi da lui. Da Bob Dylan».
Così Carolyn Hester, una ragazzina di 74 primavere con un glorioso passato da cantautrice folk alle spalle, rievoca – incalzata dal giornalista Riccardo Bertoncelli – i primi passi nel mondo della musica del leggendario menestrello di Duluth. «Un salto indietro di cinquant’anni», sottolinea Hester affiancata dal giornalista di New York Times e Rolling Stone Greil Marcus, che alla vita e alle opere di Bob Dylan ha dedicato diversi volumi, tra cui l’ultimo
Bob Dylan. Scritti 1968-2010. « I suoi primi concerti – ha ricordato ieri mattina Marcus nel chiostro del Conservatorio – erano molto belli, rilassati, lui stesso faceva battute. Erano esibizioni divertenti ma anche drammatiche. Dylan sapeva trasmettere un senso di apertura e di incertezza allo stesso tempo. E quando uscivi, avevi la sensazione di avere assistito a qualcosa di eccitante».
«Nessuno all’epoca poteva pensare che sarebbe esploso in quel modo – ricorda Hester – mi ricordo quando andammo a Boston per un concerto e ci trovammo lui, che era giunto fin là in autostop e mi chiedeva di poter aprire il mio concerto. A ripensarci ora mi fa un effetto… Prendeva un foglio bianco e le parole gli sgorgavano fuori».
Terminati gli anni settanta, Dylan imbocca un periodo buio lungo oltre due decenni. «Pubblicava dischi orribili – dice Marcus – ma per un fan come me era normale continuare ad ascoltarli per trovare qualche buona canzone. Non avrei mai immaginato quel suo rinascimento artistico iniziato negli anni novanta».


Visualizza la scheda del libro
Visualizza l'immagine dell'articolo


Bob Dylan di Greil Marcus (Odoya editore)

Pubblicato: 10.10.2011
Odoya srl. Via Carlo Marx 21, 06012 Città di Castello (PG)
Tel +39.0753758159 / Fax +39.0758511753 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2020 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.144 - Number of Queries: 133 - Query Time: 0.038906944778442