Manchester, recensione su Rolling Stones

Manchester, recensione su Rolling Stones

Recensione apparsa su Rolling Stones, Aprile 2013

di Andrea Scarabelli

"Oh Manchester, so much to answer for” cantava Morrisey nella traccia di chiusura del primo lp degli Smiths; un inno cupissimo, che scopriamo essere tra i primi pezzi proposti da Moz e Johnny Marr.
Sono innumerevoli gli aneddoti raccolti in questo volume, organizzati secondo il metodo del celeberrimo Please Kill Me: spezzettando le interviste in un racconto dinamico. John Robb fa un ottimo lavoro di ricerca, ma poteva migliorare la resa formale: qualche taglio avrebbe reso giustizia al frenetico clima mancuniano. Un peccato che si perdona a fronte dello straordinario ritratto storico, culturale e sociale che dipana.
Torniamo alla domanda iniziale: com'è possibile che in una città di provincia, avamposto della rivoluzione industriale e del suo naufragio, abbiano trovato piena espressione così tante sottoculture? Dal culto per la black music e il rock & roll, dal northern soul al glam, dal punk (che qui ebbe una delle sue espressioni più originali in Buzzcocks e Magazine) fino alla nascita del post punk con Joy Division e Factory Records di Tony Wilson. Quindi il suicidio di Ian Curtis e l'elaborazione dei New Order, l'impatto della cultura hip hop e e l'importanza di club come La Haçienda, il successo degli Smiths e la pioggia di ecstasy dell'acid house, la normalizzazione degli Stone Roses fino al successo planetario degli Oasis.
Le risposte le troviamo nelle vie di una città con una scorza proletaria radicale, ma sopratutto in una scena tenace, meno in balia delle mode rispetto a quella londinese. L'influsso del seminale show dei Pistols nel 1976 generò un'onda aggregante che serrò i nervi a più generazioni di musicisti, fino a rompersi nell'autocelebrazione dei fratelli Gallagher a Knebworth nel 1996. Una chiusura del cerchio programmatica ma più che giustificata.


Visualizza la scheda del libro
Visualizza l'immagine dell'articolo


Copertina del numero di Rolling Stones su cui è apparsa la recensione

Copertina di Rolling Stones su cui  apparsa la recensione di Manchester

Pubblicato: 26.04.2013
Odoya srl. Via Carlo Marx 21, 06012 Città di Castello (PG)
Tel +39.0753758159 / Fax +39.0758511753 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2019 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.067 - Number of Queries: 132 - Query Time: 0.033412421035766