Lounge Music

Lounge Music

Storia, generi e protagonisti della musica di sottofondo

18,00 €  15,30 €
15% sconto

Autore: Francesco Gazzara
VOLUME ILLUSTRATO

Distante dai contemporanei successi del rock e del pop ma profondamente radicato nella cultura occidentale, il lounge ha rappresentato il sottofondo sonoro della seconda metà del XX secolo. Dalle ritmiche “jungle” di Duke Ellington alla frenesia sonora dell’exotica di Les Baxter, dall’easy listening di Burt Bacharach alle colonne sonore di Henry Mancini, John Barry e Lalo Schifrin, la lounge music è il manifesto di uno stile di vita.

La cocktail music nasce negli anni Cinquanta e Sessanta, insieme ai primi film di James Bond e allo stile impeccabile di Frank Sinatra e Dean Martin. Un genere apparentemente semplice e spensierato, capace, con le sue melodie fischiettabili, di trasportare l’ascoltatore in luoghi immaginari dove tutto è possibile, all’insegna degli ideali di lusso, prosperità e confort del dopoguerra. Un genere, tuttavia, non privo di complicatezze sonore e capace di suscitare forti emozioni.

Nell’ipotetica sala d’attesa (lounge, appunto) dell’attuale revival del fenomeno easy listening c’è posto per tutti: non solo cantanti soul, playboy da aeroporto con giacche leopardate (“lounge lizard”), guru del sound esotico, grandi star del kitsch, ma soprattutto chi oggi ama remixare queste reliquie del passato con passione e sensibilità.



“Il primo giorno Dio creò l’uomo e la donna,
il secondo il Vodka Martini e il terzo giorno
passò alla musica di Burt Bacharach.
Poi, il quarto giorno, l’uomo inventò il rock’n’roll e rovinò tutto.”

(Julie Burchill, The Page)

 “Mettetevi comodi. L’impianto hi-fi irradia già
i suoni ‘exotici’ e il cha cha cha di Juan Garcia Esquivel.
Dagli altoparlanti il sintetizzatore Moog fischia le sue melodie classiche:
sedetevi pure e rilassatevi. Concedetevi un sorso di Martini
e sognate di viaggiare nel tempo, in un’epoca in cui
il sound delle terre più lontane arrivava comodamente
a casa vostra, attraverso un trentatré giri o la filodiffusione.
Godetevi i tempi moderni della lounge music!”

(Joseph Lanza, Elevator Music)


Autore
Francesco Gazzara (1967), autore anche dei volumi Mods: La rivolta dello stile e Acid Jazz, è un compositore di musiche per il cinema e la tv dai primi anni Novanta.
Ha collaborato con numerosi registi (Ferrara, Comencini, Del Monte, Archibugi, Muci, Pinelli, Molino), pubblicato diversi album con i suoi progetti discografici (Gazzara, The Piano Room, Hammond Express, Lakme) e scritto anche jingle pubblicitari (Jeep, DiSaronno, Fernet Branca, Sky FX). Per oltre quindici anni ha collaborato con varie testate musicali tra cui Rockstar



Recensioni
- Consumatori - Coop, aprile 2011.
- Repubblica, 26 febbraio 2011.


Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 03.11.2010.

Odoya srl. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2017 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.077 - Number of Queries: 322 - Query Time: 0.036444661590576