Storie di naufragi

Storie di naufragi

18,00 €  15,30 €
15% sconto


Autori: Louis Deperthes - Laura Mazzolini
VOLUME ILLUSTRATO

Le avventure più rocambolesche, i naufragi più coinvolgenti, le scoperte più sensazionali si snodano in Storie di naufragi fino a commuovere chiunque subisca il fascino del mare, portandolo a sentire sulla propria pelle lo sconfinato senso di libertà, l’ansia di ricchezze e la brama di conoscenza che spinsero per secoli i naviganti ad affrontare i viaggi più audaci.

A fare da filo conduttore sono la passione per il mare e l’amore per l’avventura che portarono Louis Deperthes, illuminista e bibliofilo, a raccogliere i diari di bordo, le carte nautiche e le narrazioni di storie vere di naufragi e svernamenti tra il XV e il XVIII secolo per farne un’opera in tre volumi. Il libro vide la luce nel 1789 e ispirò moltissimi scrittori quali Jules Verne, Joseph Conrad e Daniel Defoe, che per il suo Robinson Crusoe si ispirò alla storia vera del marinaio scozzese Alexander Selkirk.

Questa nuova edizione, revisionata e integrata da Laura Mazzolini, va a ripercorrere i racconti salienti di Deperthes, mantenendo l’atmosfera e la grande passione che trapelano nelle storie di viaggi originali e l’interesse dell’autore per le estreme condizioni di vita dei marinai e degli esploratori. Ne fa però anche un nuovo tesoro da scoprire, grazie all’integrazione di nuove vicende, più recenti ma altrettanto sconvolgenti – la baleniera Essex, l'Andrea Doria, il Titanic – che hanno segnato la storia nel XIX e XX secolo e che rinnovano l’ansia di confrontarsi con una natura generosa e crudele.


Soffia vento, vieni naufragio:
almeno morremo senza più il giogo sulle nostre spalle.

- William Shakespeare -

Il mare non cambia mai e il suo operare,
per quanto ne parlino gli uomini, è avvolto nel mistero.

- Joseph Conrad, Cuore di tenebra -


Autori
Louis Deperthes, avvocato di Reims, visse durante la seconda metà del Settecento, nel periodo che vide l’ascesa del pensiero illuminista e la Rivoluzione Francese. Era seguace di Rousseau e amante di D’Alembert e Diderot, di cui lesse l’Encyclopédie. Il suo sogno, però, era quello di esplorare continenti misteriosi e di solcare i sette mari, motivo per cui si appassionò di racconti di marineria. Raccolse in tre volumi le relazioni su svernamenti e naufragi, con una perizia a metà tra la curiosità scientifica dell’illuminista e la sensibilità già preromantica, affascinata dalle grandi tragedie del mare. Il suo libro fu pubblicato per la prima volta da un piccolo editore francese, Veuve Tarbé, nel 1789. I tre volumi originari ebbero numerose riedizioni e rimaneggiamenti per tutto il XIX secolo.

Laura Mazzolini, giornalista pubblicista, è laureata in lettere moderne all’Università di Bologna. Ha collaborato con varie riviste in ambito accademico ed è stata pubblicata come vincitrice del concorso “La poesia e la parola”. Ha collaborato per quattro anni con il Gruppo Editoriale Macro, per cui ha seguito la collana Bis edizioni, e ha scritto per le riviste Il Consapevole, Natura & Città e Scienza e Conoscenza. In ambito locale ha redatto articoli per Il Resto del Carlino e Il Corriere Cesenate. Per Odoya ha curato il volume Storia del Natale di Clement A. Miles.


Recensioni

- Il Giornale, 10 luglio 2011
- Repubblica, 19 gennaio 2012

Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 03.02.2011.

Odoya srl. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2018 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.074 - Number of Queries: 321 - Query Time: 0.039626126480102