Musica & politica

Musica & politica

Storie di lotta, censura e reciproca convenienza

18,00 €  15,30 €
15% sconto

Autore: Andrea Zoboli
VOLUME ILLUSTRATO

La musica è un formidabile veicolo di messaggi politici e sociali per la sua pervasività, perché può essere fruita collettivamente e riprodotta facilmente. In Musica & Politica ripercorreremo la parabola della musica di partito in Italia, da Bandiera Rossa a Forza Italia fino a una Terza Repubblica silenziosa.
Seguiremo poi la generazione che nel 1966 scese nelle piazze italiane, per poi rifluire, negli anni del piombo dei proiettili e dell’oro dei dischi dei cantautori.
Sfideremo la censura di qua e di là dal Muro, tra le violenze dell’FBI maccartista e le rigide regole della discografia di regime in URSS, mentre la musica occidentale ed italiana tenta di penetrare oltre cortina e gli artisti cantano alla bomba e alla Luna, nel cielo indiviso.
Studieremo l’ambivalenza della resistenza musicale all’apartheid, nel jazz e nel folk locale e nella tardiva reazione del pop atlantico.
Calcheremo i palchi del black power di Malcolm X e delle Pantere Nere e cammineremo per le strade dei ghetti in rivolta attraverso le canzoni militanti dei primi anni Settanta. Rivivremo la metamorfosi del Partito laburista inglese da Red Flag alla Londra del Britpop, accompagnando Tony Blair a Downing Street insieme a Blur e Oasis. Ritroveremo le parole d’ordine della guerra al terrore nelle canzoni successive al 9/11, e il tardivo e futile dietrofront della musica americana a conflitti in Afghanistan e Iraq in corso.
Infine, l’attualità: la Brexit, Donald Trump, la musica pre-politica nell’Italia di oggi, l’emergenza climatica.

Gli episodi più interessanti del tormentato rapporto tra musica e potere,
fatto di censure, canzoni di lotta e sodalizi inattesi,
con rigore storico e approfondite analisi musicali,
ma anche con la giusta dose di ironia.


“E se credete ora che tutto sia come prima.
Perché avete votato ancora la sicurezza, la disciplina.
Convinti di allontanare la paura di cambiare.
Verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte.
Per quanto voi vi crediate assolti,
siete per sempre coinvolti.”
– Fabrizio De André –

“Questa ragazza ha una voce stupenda;
ascoltatela dunque con attenzione,
è qui per cantare non per parlare;
quanto alle sue idee politiche,
esse sono assolutamente
irrealistiche e prive di senso.”
– L’interprete in Giappone di Joan Baez –

“Volevano che noi fossimo associati al New Labour,
così che il New Labour sembrasse trendy.
Proprio come se la Camel mi inviasse sigarette gratis
o ricevessi vestiti gratis da Prada.
È il modo più veloce per vendere un prodotto.”
– Alex James, bassista dei Blur –



Autore
Andrea Zoboli, ricercatore e musicista, conduce da diversi anni uno studio approfondito sui legami tra musica e politica, a partire dal quale ha scritto numerosi articoli e ideato e condotto la trasmissione Ma che musica, Presidente! (in onda sulla bolognese Radio Città del Capo in trentasei puntate), oltre a uno spettacolo teatrale dal titolo La strategia della canzone, che ha debuttato a maggio 2019.


Da inserire:

    ISBN: 978-88-6288-563-8
    Pagine: 272 
    Brossura con bandelle
    Formato: 15,5x21 cm
    Data di pubblicazione: Novembre 2019
    Editore: Odoya
    Tutti i libri dell' autore: Andrea Zoboli

Data di inserimento in catalogo: 18.11.2019.

Odoya srl. Via Carlo Marx 21, 06012 Città di Castello (PG)
Tel +39.0753758159 / Fax +39.0758511753 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2019 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.096 - Number of Queries: 324 - Query Time: 0.037401669677734