Nel nome di Omar - Sommario


Nel nome di Omar

 

Nel nome di Omar
Rivoluzione, clero e potere in Iran

Autori: Marcella Emiliani, Marco Ranuzzi de’ Bianchi, Erika Atzori


Sommario
 
Introduzione
di Marcella Emiliani
 
Parte I - La lunga marcia verso il potere del clero sciita
di Marcella Emiliani
 
1. Il clero sciita fino al XIX secolo
1.1 La rivolta del tabacco del 1891-1892 ovvero la prova generale del coinvolgimento in politica del clero iraniano
 
2. La rivoluzione costituzionale del 1905-1911
2.1 La prima fase del movimento costituzionalista e l’alleanza tra moschea e bazar (1905-1906)
2.2 Il clero come anima della controrivoluzione (1907-1909)
 
3. Reza Pahlavi, la modernizzazione forsennata dell’Iran
 
4. Verso la rivoluzione "islamica"
4.1 Muhammad Reza Shah e la breve luna di miele col clero sciita (1941-1953)
4.2 Rivoluzione bianca e “intossicazione da Occidente”: prove di una opposizione militante del clero
4.3 Lo scontro frontale con Muhammad Reza Pahlavi come scuola rivoluzionaria del clero: Khomeini e il
velayat-e faqih
4.4 I funerali come detonatori della rivolta delle moschee
 
5. Una rivoluzione che diventò islamica
5.1 Un 1978 di sangue
5.2 «Le porte del paradiso si sono aperte»: la rivoluzione
5.3 Lo stato duale, figlio della rivoluzione
5.4 Verso la vittoria del clero radicale: una rivoluzione nella rivoluzione
5.5 La costituzione del ’79 e la "monarchia teocratica"
5.6 L’assalto all’ambasciata americana e l’umiliazione del «Grande Satana»
 
6. L’istituzionalizzazione della rivoluzione tra guerre interne ed esterne
6.1 La rivoluzione culturale
6.2 La guerra Iran-Iraq, maschera della guerra civile
6.3 La caduta di Bani Sadr e la liquidazione definitiva dei liberal-moderati da parte del clero militante
6.4 La stagione del terrorismo: la resa dei conti con le sinistre e i Mujahedin-e Khalq
6.5 Il bilancio della guerra con l’Iraq e la morte di Khomeini
 
Note
 
 
Parte II - La morte di Khomeini e la sua difficile eredità: la monarchia del clero
Marco Ranuzzi de’ Bianchi
 
1. «Saldi e compatti sul sentiero tracciato da Dio»
1.1 Khamenei Guida della rivoluzione
1.2 L’edificio istituzionale
1.2.1 La Guida suprema della rivoluzione
1.2.2 Il potere giudiziario
1.3 Il funzionamento del sistema
1.3.1 Organizzazioni formali, informali e parastatali: le nehad
1.4 L’economia islamica
1.5 Fazionalismo politico, riforme e riformismo
 
2. Il "Termidoro" iraniano e l’era delle riforme
2.1 Le fazioni nel post-Khomeini
2.1.1 1989-1996: idillio e rottura fra le due destre
2.2 Rafsanjani e la ricostruzione del paese
2.3 La battaglia per la presidenza
 
3. Gli anni Novanta: un Islam "sconvolto" e una società disillusa
3.1 Un Islam sconvolto da una rivoluzione islamica e secolarizzante
3.2 Il post-islamismo e il dibattito intellettuale
3.3 La società civile
3.3.1 La diaspora iraniana: un Iran occidentalizzato
3.4 Il riformismo moderato al potere
 
4. 1997-2005: otto anni di riformismo impotente
4.1 Un po’ di cronologia
4.1.1 Il primo mandato di Khatami
4.1.2 Il secondo mandato di Khatami
4.2 Le sfide economiche
4.3 Il fallimento delle riforme
4.3.1 L’arbitrarietà del potere giudiziario
4.3.2. Le riforme istituzionali
4.3.3 Partecipazione e astensionismo
4.4 L’emergere di una stampa nuova
4.4.1 Repressione e nuovo corso dell’informazione
4.5 La politica estera
4.5.1 Il tempo è dalla parte dell’Iran?
4.6 Fine dell’esperienza riformatrice
4.7 Cosa rimase?
 
Note

 
Parte III - L’Iran di Ahmadinejad tra clero e militari
di Erika Atzori
 
1. Il contesto politico in vista delle elezioni presidenziali del 2005
1.1 L’eliminazione dei riformisti dalla scena politica
1.2 Gli equilibri tra le forze politiche alla vigilia delle elezioni presidenziali del 2005
1.2.1 Partiti, coalizioni, candidati
1.2.2 Il verdetto del Consiglio dei guardiani
1.2.3 Lo spettro di un’interferenza dei militari
1.3 Il ruolo dei poteri informali
 
2. L’elezione di Ahmadinejad
2.1 La campagna elettorale
2.2 L’esito del voto
2.3 L’interpretazione dei risultati elettorali
2.3.1 La contesa per il “centro strategico” tra pragmatici e riformisti
2.3.2. I punti deboli del fronte riformista
2.3.3. La campagna elettorale populista degli ultra-conservatori
2.3.4 Il ruolo della Guida suprema e l’ "alleanza" con le forze di sicurezza
2.3.5 Le polemiche sui brogli
2.4 Clero, potere e nuova élite islamica
2.4.1 L’evoluzione del ruolo dei pasdaran dalla guerra Iran-Iraq ad oggi
 
3. Il profilo politico del nuovo governo
3.1 La questione nucleare
3.1.1 La posizione di Teheran e le conseguenze reali di un Iran nucleare
Sheda: Origini ed escalation della crisi nucleare
3.2 Iran, potenza regionale
3.2.1 Rischi e opportunità della crisi irachena
3.3 Test di popolarità per il presidente Ahmadinejad: le elezioni del dicembre 2006
3.3.1 Il voto per l’Assemblea degli esperti e per i consigli municipali
3.3.2 Le forze in campo
3.3.3 L’esito del voto
3.3.4 Il clima di insicurezza e l’opposizione interna
3.3.5 Il governo di Ahmadinejad tra malcontento e repressione
 
Note 
Glossario
Bibliografia
Indice dei nomi
Odoya srl. Via Carlo Marx 21, 06012 Città di Castello (PG)
Tel +39.0753758159 / Fax +39.0758511753 - info@odoya.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2020 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb
Parse Time: 0.064 - Number of Queries: 56 - Query Time: 0.041860440200806