Catalogo Arti Letteratura Guida alla letteratura tedesca
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 296 Isbn: 978-88-6288-335-1 Pagine: 416 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2018 Autore: Simone Costagli, Alessandro Fambrini, Matteo Galli, Stefania Sbarra

Guida alla letteratura tedesca

Percorsi e protagonisti. 1945-2017

Simone Costagli, Alessandro Fambrini, Matteo Galli, Stefania Sbarra

sconto 5%
20,90€ 22,00€

Fine della Seconda guerra mondiale. 1945. La Germania è un mucchio di macerie, la storia è finita. Eppure da quell’Anno Zero la letteratura di lingua tedesca riprende il suo cammino e torna a essere uno dei punti di riferimento della cultura mondiale, facendo i conti con il passato e proiettandosi verso il futuro.
Da Heinrich Böll a Günter Grass, da Ingeborg Bachmann a Friedrich Dürrenmatt, da Peter Handke a Herta Müller, da Christa Wolf a Uwe Johnson: questo volume traccia un percorso attraverso la narrativa tedesca degli ultimi settant’anni con 28 voci analitiche e sintetiche sugli autori più rilevanti. Oltre le figure individuali degli scrittori si delinea un duplice movimento: quello complessivo della letteratura tedesca del dopoguerra e quello più generale del mondo nel quale questa letteratura s’inscrive. La guida getta poi un coraggioso sguardo sul presente, suggerendo nomi forse meno noti al lettore italiano – come Daniel Kehlmann, Jenny Erpenbeck o Christian Kracht – nella consapevolezza che il panorama editoriale italiano fatica a seguire queste evoluzioni.
Il quadro è arricchito da un’ampia panoramica iniziale sull’attività di coloro che, dopo gli esordi in un periodo precedente, continuarono la loro attività nel dopoguerra (da Thomas Mann a Brecht a Jünger) e da due ampie appendici sulle produzioni di generi limitrofi alla narrativa come la poesia e il teatro, oltre che da una terza appendice dedicata al cinema tedesco, che si afferma come uno degli strumenti espressivi più efficaci della Germania pre e post-riunificazione.
Chiude il volume una preziosa sezione sui "26 romanzi da non perdere": altrettante schede di lettura che analizzano opere imprescindibili fra le più acclamate da pubblico e critica e altre ancora poco conosciute.

  I 28 imprescindibili autori di lingua tedesca dal 1945 a oggi
Le opere consigliate nella carta d’identità di ogni autore
I contesti, le relazioni, i movimenti letterari e politici
3 appendici dedicate a Teatro, Poesia e Cinema
Una sezione finale sui "26 romanzi da non perdere"


"Le cose in cui ho più fiducia sono le bellezze naturali.
Poi i libri; poi arrosto con crauti.
Tutto il resto cambia e fa giochi di prestigio."
– Arno Schmidt, Dalla vita di un fauno, 1953. –

"Mai in vita mia avevo messo piede sul suolo tedesco,
avevo sempre evitato di acquisire anche solo la minima nozione
in merito alla topografia tedesca, alla storia tedesca o alle attuali
condizioni di vita dei Tedeschi, e perciò la Germania, disse Austerlitz,
era per me il paese più sconosciuto di tutti, addirittura più estraneo
dell’Afghanistan o del Paraguay."
– W.G. Sebald, Austerlitz, 2001–

Nessun sommario presente.

Fine della Seconda guerra mondiale. 1945. La Germania è un mucchio di macerie, la storia è finita. Eppure da quell’Anno Zero la letteratura di lingua tedesca riprende il suo cammino e torna a essere uno dei punti di riferimento della cultura mondiale, facendo i conti con il passato e proiettandosi verso il futuro.
Da Heinrich Böll a Günter Grass, da Ingeborg Bachmann a Friedrich Dürrenmatt, da Peter Handke a Herta Müller, da Christa Wolf a Uwe Johnson: questo volume traccia un percorso attraverso la narrativa tedesca degli ultimi settant’anni con 28 voci analitiche e sintetiche sugli autori più rilevanti. Oltre le figure individuali degli scrittori si delinea un duplice movimento: quello complessivo della letteratura tedesca del dopoguerra e quello più generale del mondo nel quale questa letteratura s’inscrive. La guida getta poi un coraggioso sguardo sul presente, suggerendo nomi forse meno noti al lettore italiano – come Daniel Kehlmann, Jenny Erpenbeck o Christian Kracht – nella consapevolezza che il panorama editoriale italiano fatica a seguire queste evoluzioni.
Il quadro è arricchito da un’ampia panoramica iniziale sull’attività di coloro che, dopo gli esordi in un periodo precedente, continuarono la loro attività nel dopoguerra (da Thomas Mann a Brecht a Jünger) e da due ampie appendici sulle produzioni di generi limitrofi alla narrativa come la poesia e il teatro, oltre che da una terza appendice dedicata al cinema tedesco, che si afferma come uno degli strumenti espressivi più efficaci della Germania pre e post-riunificazione.
Chiude il volume una preziosa sezione sui "26 romanzi da non perdere": altrettante schede di lettura che analizzano opere imprescindibili fra le più acclamate da pubblico e critica e altre ancora poco conosciute.

  I 28 imprescindibili autori di lingua tedesca dal 1945 a oggi
Le opere consigliate nella carta d’identità di ogni autore
I contesti, le relazioni, i movimenti letterari e politici
3 appendici dedicate a Teatro, Poesia e Cinema
Una sezione finale sui "26 romanzi da non perdere"


"Le cose in cui ho più fiducia sono le bellezze naturali.
Poi i libri; poi arrosto con crauti.
Tutto il resto cambia e fa giochi di prestigio."
– Arno Schmidt, Dalla vita di un fauno, 1953. –

"Mai in vita mia avevo messo piede sul suolo tedesco,
avevo sempre evitato di acquisire anche solo la minima nozione
in merito alla topografia tedesca, alla storia tedesca o alle attuali
condizioni di vita dei Tedeschi, e perciò la Germania, disse Austerlitz,
era per me il paese più sconosciuto di tutti, addirittura più estraneo
dell’Afghanistan o del Paraguay."
– W.G. Sebald, Austerlitz, 2001–

volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 296 Isbn: 978-88-6288-335-1 Pagine: 416 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2018 Autore: Simone Costagli, Alessandro Fambrini, Matteo Galli, Stefania Sbarra
Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy