volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 62 Isbn: 978-88-6288-124-1 Pagine: 384 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2011 Autore: Luca Barbieri Introduzione: Valerio Evangelisti

Storia dei licantropi

Luca Barbieri

sconto 5%
19,00€ 20,00€

Bisogna partire da un presupposto: i licantropi esistono.

Dimenticate gli incubi di unghie e zanne immaginati da Hollywood. I licantropi sono esistiti ed esistono ancora, in altre e più interessanti forme: nelle evocazioni magiche degli sciamani intossicati dagli allucinogeni, nelle ossessioni di criminali che legano i propri istinti ai moti della luna, nelle deformità di sfortunati esseri umani colpiti da malattie devastanti. Quella del lupo mannaro, dunque, non è semplicemente una leggenda intrisa di sangue e paura, né una favola nera raccontata ai bambini per renderli più cauti e saggi.

Ecco allora che, se un’eterogenea comunità di uomini-lupo davvero esiste, diventa necessario anche un manuale di istruzioni per coloro che di questa comunità sono appena diventati membri, intenzionalmente o in seguito a una casualità tragica e imprevista. Se invece si preferisce ritenerla una leggenda, questo libro rimane comunque uno strumento utile per scoprire qualcosa in più sui lupi mannari, oltre al fatto che mutano durante i pleniluni, amano la carne umana e temono l’argento.

Il libro affronta dapprima la loro storia nel mito e nel folklore delle principali civiltà umane, accompagnando il racconto con le narrazioni più moderne di letteratura, cinema e fumetto; si lancia poi in una cavalcata attraverso gli sconfinati territori della Frontiera americana, per finire con un’esplorazione di quelle "riserve animali" nelle quali sono racchiuse tutte le creature che non mutano in lupo ma in predatori altrettanto terribili.


Ho ucciso cani e ho bevuto il loro sangue;
ma le ragazzine hanno un sapore migliore, la loro carne
è tenera e dolce, e il loro sangue pieno e caldo.
Ho mangiato diverse vergini mentre ero a caccia
insieme ai miei nove compagni.
Io sono un Lupo Mannaro!"
- Atti del processo a Jean Grenier, il ragazzo lupo -


Ascoltate, per favore, con l’occhio lacrimante
il racconto d’orrore di una bestia terrificante,
dall’aspetto tanto empio che mai se ne vide d’uguale.
Né più ne vedrete un esempio sotto la luce del sole…
In un orrendo festino, quell’animale crudele
divora fegato e fiele, cuore, testa e intestino.
Nelle nottate funeste questo mostro senza pace
da temere come la peste solo di sangue si pasce.

- Ballata popolare francese del XVIII secolo sulla Bestia del Gévaudan -

Luca Barbieri

Luca Barbieri, scrittore, giornalista e sceneggiatore, è grande appassionato di fumetti e redattore per Sergio Bonelli Editore.

Con Odoya ha già pubblicato: Storia dei pistoleri (2010, rieditato nel 2017 come La legge del più forte), Storia dei licantropi (2011) e, con Gianluca Ferrari, Guida ai supereroi Marvel (2 voll., 2014-2015).

Per Meridiano Zero ha pubblicato il romanzo Five Fingers (2015).

Nessun sommario presente.

Bisogna partire da un presupposto: i licantropi esistono.

Dimenticate gli incubi di unghie e zanne immaginati da Hollywood. I licantropi sono esistiti ed esistono ancora, in altre e più interessanti forme: nelle evocazioni magiche degli sciamani intossicati dagli allucinogeni, nelle ossessioni di criminali che legano i propri istinti ai moti della luna, nelle deformità di sfortunati esseri umani colpiti da malattie devastanti. Quella del lupo mannaro, dunque, non è semplicemente una leggenda intrisa di sangue e paura, né una favola nera raccontata ai bambini per renderli più cauti e saggi.

Ecco allora che, se un’eterogenea comunità di uomini-lupo davvero esiste, diventa necessario anche un manuale di istruzioni per coloro che di questa comunità sono appena diventati membri, intenzionalmente o in seguito a una casualità tragica e imprevista. Se invece si preferisce ritenerla una leggenda, questo libro rimane comunque uno strumento utile per scoprire qualcosa in più sui lupi mannari, oltre al fatto che mutano durante i pleniluni, amano la carne umana e temono l’argento.

Il libro affronta dapprima la loro storia nel mito e nel folklore delle principali civiltà umane, accompagnando il racconto con le narrazioni più moderne di letteratura, cinema e fumetto; si lancia poi in una cavalcata attraverso gli sconfinati territori della Frontiera americana, per finire con un’esplorazione di quelle "riserve animali" nelle quali sono racchiuse tutte le creature che non mutano in lupo ma in predatori altrettanto terribili.


Ho ucciso cani e ho bevuto il loro sangue;
ma le ragazzine hanno un sapore migliore, la loro carne
è tenera e dolce, e il loro sangue pieno e caldo.
Ho mangiato diverse vergini mentre ero a caccia
insieme ai miei nove compagni.
Io sono un Lupo Mannaro!"
- Atti del processo a Jean Grenier, il ragazzo lupo -


Ascoltate, per favore, con l’occhio lacrimante
il racconto d’orrore di una bestia terrificante,
dall’aspetto tanto empio che mai se ne vide d’uguale.
Né più ne vedrete un esempio sotto la luce del sole…
In un orrendo festino, quell’animale crudele
divora fegato e fiele, cuore, testa e intestino.
Nelle nottate funeste questo mostro senza pace
da temere come la peste solo di sangue si pasce.

- Ballata popolare francese del XVIII secolo sulla Bestia del Gévaudan -

volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 62 Isbn: 978-88-6288-124-1 Pagine: 384 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2011 Autore: Luca Barbieri Introduzione: Valerio Evangelisti
Luca Barbieri

Luca Barbieri, scrittore, giornalista e sceneggiatore, è grande appassionato di fumetti e redattore per Sergio Bonelli Editore.

Con Odoya ha già pubblicato: Storia dei pistoleri (2010, rieditato nel 2017 come La legge del più forte), Storia dei licantropi (2011) e, con Gianluca Ferrari, Guida ai supereroi Marvel (2 voll., 2014-2015).

Per Meridiano Zero ha pubblicato il romanzo Five Fingers (2015).

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy