Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 404 Isbn: 978-88-6288-610-9 Pagine: 288 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2020 Autore: Albert Champdor

Saladino

Biografia di un eroe dell'Islam

Albert Champdor

sconto 5%
19,00€ 20,00€

Con Saladino inizia per l’Islam un’era gloriosa. Uomo d’azione, sagace amministratore, prestigioso condottiero, assiduo lavoratore. Benché preferisse alla vista dei campi di battaglia e alle cavalcate marziali le pacifiche discussioni teologiche e non avesse mai dimostrato particolari attitudini per il mestiere delle armi, la sua strada gli apparve ben chiara: ristabilire la fede diminuita in Egitto, imporre a tutti il più rigido rispetto della legge, combattere senza tregua i cristiani, assicurare il potere proprio e della sua tribù, realizzare una grandiosa politica di ricostruzione. Tutta la sua politica non fu altro che azione, un’azione condotta senza tregua, sebbene senza crudeltà.
All’età di trentacinque anni Saladino salì sul trono dell’Egitto, fondandovi la dinastia degli Ayyubidi. Un sangue nuovo, un sangue curdo rigenerava l’Islam. Entrando nella storia, colui che venne definito "il più puro eroe dell’Islam" si accingeva a dimostrarsi degno della sua parte fondamentale sulla scena del mondo. Da quel momento gli Stati Latini del Levante si sarebbero trovati a lottare non più uno contro tanti, insignificanti sovrani orientali, incapaci di gestire interessi storici che erano loro affidati, bensì contro un esperto e temibile uomo politico.
Il volume ripercorre gli interminabili assedi di Ascalona, Acri, Gerusalemme, senza trascurare l’analisi psicologica del formidabile condottiero, dei numerosi avversari che decisero di affrontarlo e delle truppe delle varie fazioni che, impegnate per anni in operazioni estenuanti e devastanti, rischiavano spesso di perdere di vista lo scopo "sacro" delle loro battaglie. Ampio spazio è dedicato anche agli innumerevoli intrighi, ai tradimenti e alle alleanze segrete che, nell’ombra, manovrarono gli eventi che fecero la storia.

Saladino aveva riconquistato Gerusalemme
non per ammassare oro e ancor meno per vendicarsi.
Aveva cercato di compiere il proprio dovere nei confronti del suo Dio e della sua fede.
La sua vittoria era quella di aver liberato la Città Santa dagli invasori,
e questo senza spargimento di sangue, senza distruzioni, senza odio.
– A. Maalouf –


Saladino: "Concederò a ogni anima un salvacondotto per le terre cristiane.
A ogni anima: le donne, i bambini, i vecchi e tutti i vostri cavalieri e soldati
e la vostra regina. A nessuno sarà fatto del male. Giuro su Dio".
Baliano: "I cristiani massacrarono tutti i musulmani quando presero la città".
Saladino: "Io non sono quegli uomini. Io sono Salāh al-Dīn, Salāh al-Dīn".
– dal film Le crociate di Ridley Scott, 2005 –

Albert Champdor

Albert Champdor ha pubblicato diverse opere di storia antica divulgativa. Premiato con vari riconoscimenti per il lavoro di storico nel corso della sua carriera, si distinse anche per il lavoro di ricercatore e per i rigorosi studi su antiche civiltà e culture, in particolare sugli Egizi. Il suo lavoro, con oltre cinquanta pubblicazioni, costituisce una panoramica ampia e completa della storia delle culture.

Nessun sommario presente.

Con Saladino inizia per l’Islam un’era gloriosa. Uomo d’azione, sagace amministratore, prestigioso condottiero, assiduo lavoratore. Benché preferisse alla vista dei campi di battaglia e alle cavalcate marziali le pacifiche discussioni teologiche e non avesse mai dimostrato particolari attitudini per il mestiere delle armi, la sua strada gli apparve ben chiara: ristabilire la fede diminuita in Egitto, imporre a tutti il più rigido rispetto della legge, combattere senza tregua i cristiani, assicurare il potere proprio e della sua tribù, realizzare una grandiosa politica di ricostruzione. Tutta la sua politica non fu altro che azione, un’azione condotta senza tregua, sebbene senza crudeltà.
All’età di trentacinque anni Saladino salì sul trono dell’Egitto, fondandovi la dinastia degli Ayyubidi. Un sangue nuovo, un sangue curdo rigenerava l’Islam. Entrando nella storia, colui che venne definito "il più puro eroe dell’Islam" si accingeva a dimostrarsi degno della sua parte fondamentale sulla scena del mondo. Da quel momento gli Stati Latini del Levante si sarebbero trovati a lottare non più uno contro tanti, insignificanti sovrani orientali, incapaci di gestire interessi storici che erano loro affidati, bensì contro un esperto e temibile uomo politico.
Il volume ripercorre gli interminabili assedi di Ascalona, Acri, Gerusalemme, senza trascurare l’analisi psicologica del formidabile condottiero, dei numerosi avversari che decisero di affrontarlo e delle truppe delle varie fazioni che, impegnate per anni in operazioni estenuanti e devastanti, rischiavano spesso di perdere di vista lo scopo "sacro" delle loro battaglie. Ampio spazio è dedicato anche agli innumerevoli intrighi, ai tradimenti e alle alleanze segrete che, nell’ombra, manovrarono gli eventi che fecero la storia.

Saladino aveva riconquistato Gerusalemme
non per ammassare oro e ancor meno per vendicarsi.
Aveva cercato di compiere il proprio dovere nei confronti del suo Dio e della sua fede.
La sua vittoria era quella di aver liberato la Città Santa dagli invasori,
e questo senza spargimento di sangue, senza distruzioni, senza odio.
– A. Maalouf –


Saladino: "Concederò a ogni anima un salvacondotto per le terre cristiane.
A ogni anima: le donne, i bambini, i vecchi e tutti i vostri cavalieri e soldati
e la vostra regina. A nessuno sarà fatto del male. Giuro su Dio".
Baliano: "I cristiani massacrarono tutti i musulmani quando presero la città".
Saladino: "Io non sono quegli uomini. Io sono Salāh al-Dīn, Salāh al-Dīn".
– dal film Le crociate di Ridley Scott, 2005 –

Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 404 Isbn: 978-88-6288-610-9 Pagine: 288 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2020 Autore: Albert Champdor
Albert Champdor

Albert Champdor ha pubblicato diverse opere di storia antica divulgativa. Premiato con vari riconoscimenti per il lavoro di storico nel corso della sua carriera, si distinse anche per il lavoro di ricercatore e per i rigorosi studi su antiche civiltà e culture, in particolare sugli Egizi. Il suo lavoro, con oltre cinquanta pubblicazioni, costituisce una panoramica ampia e completa della storia delle culture.

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy