Esaurito
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 68 Isbn: 978-88-6288-123-4 Pagine: 496 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2011
Autore: Eric Hazan Introduzione: Mario Maffi Traduzione: Federico Simonti
Esaurito

Parigi

L'invenzione di una città

Eric Hazan

Parigi

L'invenzione di una città

Eric Hazan

sconto 5%
20,90€ 22,00€
All’ombra della torre Eiffel, attorno alle guglie di Nôtre-Dame, nel cuore del Quartiere Latino risuona l’eco di una storia antica.
È la storia di Parigi, la più stupefacente delle capitali europee, meta obbligata per milioni di turisti che la attraversano distratti, abbagliati da poche tappe da cartolina.

Il libro è una guida al mondo variegato dei quartieri, così diversi l’uno dall’altro, alle strade dimenticate ma brulicanti di vita che il turismo di massa sfiora appena, all’atmosfera da villaggio rurale di Belleville e Ménilmontant, al silenzio del Marais, alle contraddizioni di Montmartre e di Pigalle. Una capitale vibrante e ribelle, che si veste di insoliti colori.

Unendo l'abilità del cantastorie al rigore dello storico, Hazan rompe la superficie luccicante della metropoli e ci consegna il ritratto di una città attraverso i suoi splendori e le sue miserie, strizzando l’occhio agli scenari in bianco e nero di Doisneau, maledicendo lo scempio funzionalista di Haussmann, assassino della Parigi medievale, a braccetto con Zola, Balzac, Proust, Baudelaire, Manet, Rousseau.

Il sangue dell’invasione prussiana e dei martiri della Comune nel 1871 si mescola all’energia delle rivolte studentesche del maggio 1968 che segnarono il XX secolo.
Una "psicogeografia" della prima città moderna, dove una piazzetta, un muro, una curva qualsiasi celano storie di oppressione e gloria, bellezza e morte.


"Se sei abbastanza fortunato da aver vissuto
a Parigi quand’eri ragazzo, allora per il resto della tua vita,
ovunque andrai, sarà con te; a Parigi è un continuo banchettare."
- Ernest Hemingway -


DALLA STAMPA

"Appassionato e poetico e completo e immediato…
Uno dei più grandi libri mai scritti su Parigi."
- Luc Sante, New York Review of Books -

"Volete essere felici?
Comprate questo libro e andate a fare una passeggiata."
- Les Inrockuptibles -

"Un libro straordinario, da leggere a casa
con l’aiuto di una mappa della città, oppure da portare
con sé sur place per visitare quei luoghi che i turisti
non degnano di uno sguardo."
- Adam Thorpe, The Guardian -

"Avvincente ed erudito." 
- Graham Robb, Times Literary Supplement -

"L’intento di Hazan è quello di salvare alcuni singoli momenti
dal dimenticatoio collettivo e alcuni luoghi chiave
dalla blanda omogeneizzazione dello sviluppo cittadino internazionale…
un appassionato storico di sinistra che tenta
di salvare l’autentico passato rivoluzionario di Parigi."
- Julian Barnes, London Reviews of Books -

"Tutti a Parigi vorrebbero essere attori e nessuno spettatore." 
- Jean Cocteau -

Eric Hazan

Eric Hazan, scrittore ed editore francese, entra nelle file del Fronte di Liberazione Nazionale durante la guerra d’Algeria. Fonda nel 1998, insieme ad alcuni amici, la casa editrice La Fabrique, con lo scopo di pubblicare libri di storia, filosofia e politica. Contemporaneamente si dedica alla scrittura, attività che affianca a quella di traduttore di autori israelo-palestinesi. Parigi. L’invenzione di una città, uscito per Seuil nel 2002, è stato tradotto in inglese da Verso nel 2010 ed è già considerato un bestseller a livello internazionale.



Mario Maffi
ha insegnato Cultura Anglo-Americana presso l’Università degli Studi di Milano, rivolgendo il proprio studio alle componenti economiche, sociali, politiche e culturali americane nel periodo fra la guerra civile e la Prima guerra mondiale e a problematiche quali la chiusura della Frontiera, la nascita delle metropoli, la trasformazione della cultura popolare in cultura di massa, gli sviluppi delle culture urbane e immigrate, l’affermarsi del modernismo in letteratura, pittura, architettura, fotografia, cinema, e l’interazione di tutti questi elementi nel processo di formazione di un’identità nazionale.
Tra le sue numerosissime pubblicazioni: Mississippi. Il grande fiume: un viaggio alle fonti dell’America (Il Saggiatore 2009); Tamigi, storie di fiume (Il Saggiatore 2008); New York, l’isola delle colline (Feltrinelli 2003).
Ha tradotto e curato molte edizioni di scrittori quali Jack London, Upton Sinclair, Robert Louis Stevenson ed Eric Bogosian. Ultimo suo grande successo l’enciclopedia Americana. Storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z (Il Saggiatore 2012, coautori Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari).
Per Odoya sono usciti La cultura underground (2009), New York (2010), Londra (2011) e La giungla e il grattacielo (2013).
Federico Simonti

livornese dal 1971, è architetto e traduttore. Per Odoya ha già tradotto Parigi. L’invenzione di una città di Eric Hazan (2011), Storia dei Porti. Declino e rinascita delle città portuali di Pierre Gras (2013) e Cataclismi. Storia ambientale dell'umanità di Laurent Testot (2021). Vive a Parigi.

Nessun sommario presente.
All’ombra della torre Eiffel, attorno alle guglie di Nôtre-Dame, nel cuore del Quartiere Latino risuona l’eco di una storia antica.
È la storia di Parigi, la più stupefacente delle capitali europee, meta obbligata per milioni di turisti che la attraversano distratti, abbagliati da poche tappe da cartolina.

Il libro è una guida al mondo variegato dei quartieri, così diversi l’uno dall’altro, alle strade dimenticate ma brulicanti di vita che il turismo di massa sfiora appena, all’atmosfera da villaggio rurale di Belleville e Ménilmontant, al silenzio del Marais, alle contraddizioni di Montmartre e di Pigalle. Una capitale vibrante e ribelle, che si veste di insoliti colori.

Unendo l'abilità del cantastorie al rigore dello storico, Hazan rompe la superficie luccicante della metropoli e ci consegna il ritratto di una città attraverso i suoi splendori e le sue miserie, strizzando l’occhio agli scenari in bianco e nero di Doisneau, maledicendo lo scempio funzionalista di Haussmann, assassino della Parigi medievale, a braccetto con Zola, Balzac, Proust, Baudelaire, Manet, Rousseau.

Il sangue dell’invasione prussiana e dei martiri della Comune nel 1871 si mescola all’energia delle rivolte studentesche del maggio 1968 che segnarono il XX secolo.
Una "psicogeografia" della prima città moderna, dove una piazzetta, un muro, una curva qualsiasi celano storie di oppressione e gloria, bellezza e morte.


"Se sei abbastanza fortunato da aver vissuto
a Parigi quand’eri ragazzo, allora per il resto della tua vita,
ovunque andrai, sarà con te; a Parigi è un continuo banchettare."
- Ernest Hemingway -


DALLA STAMPA

"Appassionato e poetico e completo e immediato…
Uno dei più grandi libri mai scritti su Parigi."
- Luc Sante, New York Review of Books -

"Volete essere felici?
Comprate questo libro e andate a fare una passeggiata."
- Les Inrockuptibles -

"Un libro straordinario, da leggere a casa
con l’aiuto di una mappa della città, oppure da portare
con sé sur place per visitare quei luoghi che i turisti
non degnano di uno sguardo."
- Adam Thorpe, The Guardian -

"Avvincente ed erudito." 
- Graham Robb, Times Literary Supplement -

"L’intento di Hazan è quello di salvare alcuni singoli momenti
dal dimenticatoio collettivo e alcuni luoghi chiave
dalla blanda omogeneizzazione dello sviluppo cittadino internazionale…
un appassionato storico di sinistra che tenta
di salvare l’autentico passato rivoluzionario di Parigi."
- Julian Barnes, London Reviews of Books -

"Tutti a Parigi vorrebbero essere attori e nessuno spettatore." 
- Jean Cocteau -

volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 68 Isbn: 978-88-6288-123-4 Pagine: 496 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2011
Autore: Eric Hazan Introduzione: Mario Maffi Traduzione: Federico Simonti
Nessun sommario presente.
Eric Hazan

Eric Hazan, scrittore ed editore francese, entra nelle file del Fronte di Liberazione Nazionale durante la guerra d’Algeria. Fonda nel 1998, insieme ad alcuni amici, la casa editrice La Fabrique, con lo scopo di pubblicare libri di storia, filosofia e politica. Contemporaneamente si dedica alla scrittura, attività che affianca a quella di traduttore di autori israelo-palestinesi. Parigi. L’invenzione di una città, uscito per Seuil nel 2002, è stato tradotto in inglese da Verso nel 2010 ed è già considerato un bestseller a livello internazionale.



Mario Maffi
ha insegnato Cultura Anglo-Americana presso l’Università degli Studi di Milano, rivolgendo il proprio studio alle componenti economiche, sociali, politiche e culturali americane nel periodo fra la guerra civile e la Prima guerra mondiale e a problematiche quali la chiusura della Frontiera, la nascita delle metropoli, la trasformazione della cultura popolare in cultura di massa, gli sviluppi delle culture urbane e immigrate, l’affermarsi del modernismo in letteratura, pittura, architettura, fotografia, cinema, e l’interazione di tutti questi elementi nel processo di formazione di un’identità nazionale.
Tra le sue numerosissime pubblicazioni: Mississippi. Il grande fiume: un viaggio alle fonti dell’America (Il Saggiatore 2009); Tamigi, storie di fiume (Il Saggiatore 2008); New York, l’isola delle colline (Feltrinelli 2003).
Ha tradotto e curato molte edizioni di scrittori quali Jack London, Upton Sinclair, Robert Louis Stevenson ed Eric Bogosian. Ultimo suo grande successo l’enciclopedia Americana. Storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z (Il Saggiatore 2012, coautori Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari).
Per Odoya sono usciti La cultura underground (2009), New York (2010), Londra (2011) e La giungla e il grattacielo (2013).
Federico Simonti

livornese dal 1971, è architetto e traduttore. Per Odoya ha già tradotto Parigi. L’invenzione di una città di Eric Hazan (2011), Storia dei Porti. Declino e rinascita delle città portuali di Pierre Gras (2013) e Cataclismi. Storia ambientale dell'umanità di Laurent Testot (2021). Vive a Parigi.

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201 - Scrivi una mail
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy Contatti