Catalogo Arti Cinema C'era una volta la showgirl
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 436 Isbn: 978-88-6288-662-8 Pagine: 688 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 29/07/2021 Autore: Renato Tomasino

C'era una volta la showgirl

L’arte della seduzione nelle immagini di un archivio scomparso

Renato Tomasino

sconto 5%
39,90€ 42,00€
La showgirl è in Italia la soubrette del Varietà televisivo. La sua storia inizia alla metà degli anni Cinquanta con le prime trasmissioni rai e termina con la scomparsa del Varietà dopo il primo decennio degli anni Duemila. Questo percorso, che ha visto le protagoniste raggiungere enorme popolarità fino a divenire icone dello star system, è andato incontro al suo esaurimento per diversi motivi: "correttezza" politica, ideologica, etica ed economica.
Il libro racconta anche delle varie forme d’arte che hanno concorso all’affermazione della showgirl quali il canto, la danza, la recitazione drammatica e comica, l’imitazione e l’intrattenimento; quasi sempre, però, finalizzate all’esibizione di una personalità carismatica per la sua seduttività femminile verso lo spettatore. La bellezza infatti, per la showgirl, non è un semplice dono di natura ma si compone anche di una laboriosa pratica artistica che si caratterizza anche per look, cosmesi, voce, eloquio e intelligenza.
Ma, in questo volume, quel che più conta è il metodo innovativo della narrazione e del resoconto delle varie performance; un racconto che si sviluppa attraverso immagini inedite tratte dagli show in esecuzione live o dal loro backstage, individuate su un’ingente quantità di videoregistrazioni effettuate dagli anni Cinquanta ai nostri giorni. L’arte della showgirl viene dunque analizzata nel suo prodursi sul set e sulla scena attraverso inediti "fermi-immagine" durante show come Un, due, tre, Canzonissima, Studio Uno, Milleluci, Fantastico, Buona Domenica, Domenica In e altri; né mancano immagini "dimenticate" tratte da rotocalchi d’epoca quali Cinema, Festival, Otto, Hollywood, Novella 2000 eccetera.


LA STORIA DI CELEBRI SHOWGIRL
Abbe Lane, Delia Scala, Raffaella Carrà, Mina, Isabella Biagini e altre più recenti come Milly Carlucci, Lorella Cuccarini, Carmen Russo, Valeria Marini, Pamela Prati, Alba Parietti eccetera, raccontate anche attraverso aneddoti, curiosità, dati biografici, leggende e tutto ciò che contraddistingue l’alone magico, talora drammatico, attorno alle Dive.

"Per lo stacchetto ballettato di quattro minuti
voglio sessanta cambiamenti di scene e di costumi…
uno ogni quattro secondi, a ritmo di valzer!".
- Antonello Falqui, Canzonissima ’68

"La mia vita è una dieta.
Il mio peso dovrebbe essere attorno ai 60 chili, 42 di taglia.
Se scendo a 59 chili mi casca la faccia.
Se salgo a 63 chili in tv sembro una balena.
Il mio problema è il sedere. E poi i vestiti".
– Simona Ventura

"All’inizio non volevo spogliarmi, poi ho cambiato idea.
Il seno? L’ho rifatto. Io sono un prodotto da vendere
nel mercato dello showbusiness".
- Sara Tommasi
Renato Tomasino

Renato Tomasino, ordinario di Teatro presso l’Università di Palermo, direttore e fondatore del nuovo DAMS, presidente e fondatore del Laboratorio Universitario Multimediale e dell’annesso Archivio dello Spettacolo grazie a finanziamenti europei, è stato programmista RAI, regista filmico, critico teatrale del Giornale di Sicilia, critico cinematografico e condirettore delle riviste Filmcritica, Fiction e The Rope; redattore de L’Astrolabio, Prova Radicale e L’Acquario; collaboratore di Sipario, Rinascita, Nuove Effemeridi e dei quotidiani L’Ora, Il Mediterraneo e l’Avanti

Già membro del Consiglio del Teatro Biondo Stabile di Palermo, consulente culturale del Teatro Nazionale Argentina di Roma, membro del Consiglio ministeriale per il Fondo “Spettacolo dal vivo”, è stato tra i coordinatori del Gruppo Arte 16. 

Ha pubblicato decine di monografie e la grande Storia del teatro e dello spettacolo (Palumbo, 2001). Per Odoya ha già pubblicato Le Divine. Le primedonne della lirica dal barocco al XXI secolo (2017).

Premessa
La showgirl: arte della seduzione dalle scene al piccolo schermo

PARTE I
PRATICHE DI SEDUZIONE NELLO SPETTACOLO: DALLA MIMA ALLA SHOWGIRL


1. Le origini
2. Simposio “intellettuale” e simposio “volgare”
3. Il gran teatro del corpo della civiltà romana
4. Dalla reazione dei Padri della Chiesa alla “nave dei folli”
5. Il mostro e la bella
6. Dalla Servetta alla soubrette
7. Lo strip-tease nell’età d’oro del burlesque
8. Il new burlesque e lo strip-tease parigino
9. Seduzione su tutti gli schermi
10. Il varietà televisivo e la showgirl
Note

PARTE II
LE REGINE FONDATRICI


1. Tutte le creature di Cugat: Rita Hayworth, le Andrew Sisters, Aurora Miranda, Lina Romay, Abbe Lane, Charo
2. Abbe Lane o della forma
3. Delia Scala Story
4. Marisa Del Frate, la soubrette del semiologo
5. Raffaella Carrà: la più amata dagli italiani
6. Mina, la “tigre reale” indolente
7. Isabella Biagini: la Marilyn “de noantri”
8. Una Betty Boop live e bionda: Minnie Minoprio
9. Interpreti brechtiane: Milva e Ornella Vanoni
10. Una soubrette d’avanspettacolo in tv: Rita Pavone

PARTE III
LE STAR

1. Le ladies: Milly e Gabriella Carlucci, Lorella Cuccarini, Loretta e Daniela Goggi, Alessia Marcuzzi, Ilary Blasi, Laura Freddi
2. Erotiche “pop”: Carmen Russo, Pamela Prati, Valeria Marini, Sabrina Salerno
3. Classiche veraci scabrose soubrette: Lory Del Santo, Patrizia Pellegrino, Eva Grimaldi, Nathalie Caldonazzo
4. Esotiche attrazioni: Amanda Lear, Lola Falana, Heather Parisi, Wendy Whindham, Natalia Estrada, Belén Rodriguez
5. Le “fanciulle perseguitate”: Alba Parietti, Sonia Grey, Carmen Di Pietro, Paola Barale

PARTE IV
GALASSIE LUMINOSE E BUCHI NERE


1. Splendenti starlette
2. Come le comete
3. Stelle cadenti
4. Polvere di stelle

PARTE V
TU QUOQUE? (ANCHE TU?)


1. Dalla Hollywood sul Tevere
2. Dalle caves di Parigi
3. Da Soho a Las Vegas
4. Passione latina
5. Grandi attrici, pornostar, onorevoli e top model
6. Le pin-up della commedia erotica italiana
Altri libri di Renato Tomasino

Le Divine

La showgirl è in Italia la soubrette del Varietà televisivo. La sua storia inizia alla metà degli anni Cinquanta con le prime trasmissioni rai e termina con la scomparsa del Varietà dopo il primo decennio degli anni Duemila. Questo percorso, che ha visto le protagoniste raggiungere enorme popolarità fino a divenire icone dello star system, è andato incontro al suo esaurimento per diversi motivi: "correttezza" politica, ideologica, etica ed economica.
Il libro racconta anche delle varie forme d’arte che hanno concorso all’affermazione della showgirl quali il canto, la danza, la recitazione drammatica e comica, l’imitazione e l’intrattenimento; quasi sempre, però, finalizzate all’esibizione di una personalità carismatica per la sua seduttività femminile verso lo spettatore. La bellezza infatti, per la showgirl, non è un semplice dono di natura ma si compone anche di una laboriosa pratica artistica che si caratterizza anche per look, cosmesi, voce, eloquio e intelligenza.
Ma, in questo volume, quel che più conta è il metodo innovativo della narrazione e del resoconto delle varie performance; un racconto che si sviluppa attraverso immagini inedite tratte dagli show in esecuzione live o dal loro backstage, individuate su un’ingente quantità di videoregistrazioni effettuate dagli anni Cinquanta ai nostri giorni. L’arte della showgirl viene dunque analizzata nel suo prodursi sul set e sulla scena attraverso inediti "fermi-immagine" durante show come Un, due, tre, Canzonissima, Studio Uno, Milleluci, Fantastico, Buona Domenica, Domenica In e altri; né mancano immagini "dimenticate" tratte da rotocalchi d’epoca quali Cinema, Festival, Otto, Hollywood, Novella 2000 eccetera.


LA STORIA DI CELEBRI SHOWGIRL
Abbe Lane, Delia Scala, Raffaella Carrà, Mina, Isabella Biagini e altre più recenti come Milly Carlucci, Lorella Cuccarini, Carmen Russo, Valeria Marini, Pamela Prati, Alba Parietti eccetera, raccontate anche attraverso aneddoti, curiosità, dati biografici, leggende e tutto ciò che contraddistingue l’alone magico, talora drammatico, attorno alle Dive.

"Per lo stacchetto ballettato di quattro minuti
voglio sessanta cambiamenti di scene e di costumi…
uno ogni quattro secondi, a ritmo di valzer!".
- Antonello Falqui, Canzonissima ’68

"La mia vita è una dieta.
Il mio peso dovrebbe essere attorno ai 60 chili, 42 di taglia.
Se scendo a 59 chili mi casca la faccia.
Se salgo a 63 chili in tv sembro una balena.
Il mio problema è il sedere. E poi i vestiti".
– Simona Ventura

"All’inizio non volevo spogliarmi, poi ho cambiato idea.
Il seno? L’ho rifatto. Io sono un prodotto da vendere
nel mercato dello showbusiness".
- Sara Tommasi
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 436 Isbn: 978-88-6288-662-8 Pagine: 688 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 29/07/2021 Autore: Renato Tomasino
Renato Tomasino

Renato Tomasino, ordinario di Teatro presso l’Università di Palermo, direttore e fondatore del nuovo DAMS, presidente e fondatore del Laboratorio Universitario Multimediale e dell’annesso Archivio dello Spettacolo grazie a finanziamenti europei, è stato programmista RAI, regista filmico, critico teatrale del Giornale di Sicilia, critico cinematografico e condirettore delle riviste Filmcritica, Fiction e The Rope; redattore de L’Astrolabio, Prova Radicale e L’Acquario; collaboratore di Sipario, Rinascita, Nuove Effemeridi e dei quotidiani L’Ora, Il Mediterraneo e l’Avanti

Già membro del Consiglio del Teatro Biondo Stabile di Palermo, consulente culturale del Teatro Nazionale Argentina di Roma, membro del Consiglio ministeriale per il Fondo “Spettacolo dal vivo”, è stato tra i coordinatori del Gruppo Arte 16. 

Ha pubblicato decine di monografie e la grande Storia del teatro e dello spettacolo (Palumbo, 2001). Per Odoya ha già pubblicato Le Divine. Le primedonne della lirica dal barocco al XXI secolo (2017).

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy