Catalogo Musica Tracce di rossetto
Fuori Catalogo
volume illustrato Collana: OMu - Odoya Musica Numero di collana: 6 Isbn: 978-88-6288-079-4 Pagine: 448 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2010
Autore: Greil Marcus
Fuori Catalogo

Tracce di rossetto

Percorsi segreti nella cultura del Novecento dal dada ai Sex Pistols

Greil Marcus

Tracce di rossetto

Percorsi segreti nella cultura del Novecento dal dada ai Sex Pistols

Greil Marcus

sconto 5%
20,10€ 21,15€
Questo libro parte da un semplice avvenimento: alla fine del 1976 un singolo intitolato Anarchy in the UK fu pubblicato a Londra, e questo evento lanciò la trasformazione della musica pop in tutto il mondo. Nata da un gruppo rock di quattro elementi, i Sex Pistols, e scritta dal cantante Johnny Rotten, la canzone racchiude in sé una schematica forma poetica: la critica della società moderna, un concetto già formulato vent’anni prima da un gruppo francese di intellettuali: l’Internazionale Situazionista.

Il gruppo era stato fondato nel 1957 da Guy Debord e divenne famoso durante il Maggio francese del ’68, quando le premesse delle loro critiche furono trasformate in precisi slogan poetici e graffiti lungo le mura parigine. Dopo questi avvenimenti il loro grido fu affidato alla storia e il gruppo scomparve.

Marcus delinea una storia alternativa del XX secolo, raccontata attraverso le avanguardie e quello che hanno rappresentato nell’evolversi della cultura contemporanea: nuovi linguaggi e un’estetica provocatoria destinati, nella loro critica alla società, a inserirsi come elementi di rottura e innovazione. Dal Cabaret Voltaire ad Anarchy in the UK.


La musica è il medium il messaggio sono io.
(David Bowie)

La mia copia ventenne di Tracce di rossetto
è l’unico libro che salverei dalla mia casa in fiamme.

(John Harris, The Guardian, 2009)

Probabilmente il più acuto critico
della cultura popolare americana di tutti i tempi...

(London Review Books)

La dimensione temporale di Tracce di rossetto viaggia sulle ali della filosofia,
della storia, di congetture e numerose ricerche che ci permettono
di visitare in parallelo diversi movimenti della ribellione culturale.
Tutto nasce da quello che Marcus chiama l’impulso della negazione
e si estende vertiginosamente dal punk al dadaismo, dai situazionisti francesi
all’anabattismo… destinato, in poche parole, a diventare un libro cult.

(Ben Brantley, New York Times, 2001)

Greil Marcus ha sviluppato una eccezionale capacità
di analizzare i movimenti artistici, indagando dentro le canzoni.

(New Yorker)

La prima volta ho letto questo libro come un viaggiatore squattrinato,
nascosto nel bagno di un vecchio treno da Colonia a Berlino.
Era come indagare nei segreti degli artisti e osservare l’estetica rivoluzionaria
di questo secolo. Quando il treno è arrivato in stazione sono sceso ubriaco di questa lettura...

(Scott Burgerson, East Bay Express)

Tracce di rossetto ha l’energia di molte ossessioni,
e insidia con intensità le giovani menti, facendoci entrare
nel clima acceso e drogato dei dibattiti intellettuali dei college degli anni ’70.
È destinato, in altre parole, a essere un cult assoluto...

(New York Times)

Ogni manifestazione nuova, dice Greil Marcus, riscrive il passato,
trasforma vecchi criminali in nuovi eroi, vecchi eroi
in coloro che non sarebbero mai dovuti nascere e nuovi personaggi
vanno a frugare nel passato in cerca di predecessori,
perché le radici sono legittime e l’attualità dubbia.

(Aurelio Cianciotta)

Amo questo libro.
Descrive i tempi in cui c’era uno sconclusionato tentativo
di fare qualcosa che nessuno avesse mai fatto prima.

(Malcolm McLaren, 1995, Manager dei Sex Pistols)

È così pazzo, così figo, così fuori di testa.
È profondamente disperato... è tutto giusto.

(John Lydon, Sex Pistols)

Stiamo vivendo all’inferno, e sono così orgoglioso di viverci,
di essere un buon cittadino dell’inferno.

(Peter Bergman, Firesign Theatre, Los Angeles)

Quando finii Tracce di rossetto,
volevo tingermi i capelli di tutti i colori della mia giacca.

(Studente della University of Chicago, 1995)
Greil Marcus

Greil Marcus, celebre autore americano, giornalista musicale e critico culturale, è noto in tutto il mondo per i suoi saggi che pongono la musica rock in una cornice culturale e politica molto più ampia di quanto sia solito fare il giornalismo musicale tradizionale. Ha scritto per anni su Rolling Stone, Creem, The Village Voice e Artforum. Il suo Mystery Train (1975), che analizza il rock nel contesto degli archetipi culturali americani, ha ridefinito i parametri della critica musicale. Tracce di rossetto (Odoya 2010) è una lettura del Novecento dal dada ai situazionisti, dai movimenti eretici ai Sex Pistols, che presenta il rock come fenomeno culturale “transtorico”. Tra le ultime pubblicazioni, ricordiamo When That Rough God Goes Riding: Listening to Van Morrison (2010) e la raccolta di scritti su Bob Dylan, pubblicata in Italia da Odoya nel 2011 col titolo Bob Dylan. Scritti 1968-2010.

Nessun sommario presente.
Altri libri di Greil Marcus

Bob Dylan, The Doors

Questo libro parte da un semplice avvenimento: alla fine del 1976 un singolo intitolato Anarchy in the UK fu pubblicato a Londra, e questo evento lanciò la trasformazione della musica pop in tutto il mondo. Nata da un gruppo rock di quattro elementi, i Sex Pistols, e scritta dal cantante Johnny Rotten, la canzone racchiude in sé una schematica forma poetica: la critica della società moderna, un concetto già formulato vent’anni prima da un gruppo francese di intellettuali: l’Internazionale Situazionista.

Il gruppo era stato fondato nel 1957 da Guy Debord e divenne famoso durante il Maggio francese del ’68, quando le premesse delle loro critiche furono trasformate in precisi slogan poetici e graffiti lungo le mura parigine. Dopo questi avvenimenti il loro grido fu affidato alla storia e il gruppo scomparve.

Marcus delinea una storia alternativa del XX secolo, raccontata attraverso le avanguardie e quello che hanno rappresentato nell’evolversi della cultura contemporanea: nuovi linguaggi e un’estetica provocatoria destinati, nella loro critica alla società, a inserirsi come elementi di rottura e innovazione. Dal Cabaret Voltaire ad Anarchy in the UK.


La musica è il medium il messaggio sono io.
(David Bowie)

La mia copia ventenne di Tracce di rossetto
è l’unico libro che salverei dalla mia casa in fiamme.

(John Harris, The Guardian, 2009)

Probabilmente il più acuto critico
della cultura popolare americana di tutti i tempi...

(London Review Books)

La dimensione temporale di Tracce di rossetto viaggia sulle ali della filosofia,
della storia, di congetture e numerose ricerche che ci permettono
di visitare in parallelo diversi movimenti della ribellione culturale.
Tutto nasce da quello che Marcus chiama l’impulso della negazione
e si estende vertiginosamente dal punk al dadaismo, dai situazionisti francesi
all’anabattismo… destinato, in poche parole, a diventare un libro cult.

(Ben Brantley, New York Times, 2001)

Greil Marcus ha sviluppato una eccezionale capacità
di analizzare i movimenti artistici, indagando dentro le canzoni.

(New Yorker)

La prima volta ho letto questo libro come un viaggiatore squattrinato,
nascosto nel bagno di un vecchio treno da Colonia a Berlino.
Era come indagare nei segreti degli artisti e osservare l’estetica rivoluzionaria
di questo secolo. Quando il treno è arrivato in stazione sono sceso ubriaco di questa lettura...

(Scott Burgerson, East Bay Express)

Tracce di rossetto ha l’energia di molte ossessioni,
e insidia con intensità le giovani menti, facendoci entrare
nel clima acceso e drogato dei dibattiti intellettuali dei college degli anni ’70.
È destinato, in altre parole, a essere un cult assoluto...

(New York Times)

Ogni manifestazione nuova, dice Greil Marcus, riscrive il passato,
trasforma vecchi criminali in nuovi eroi, vecchi eroi
in coloro che non sarebbero mai dovuti nascere e nuovi personaggi
vanno a frugare nel passato in cerca di predecessori,
perché le radici sono legittime e l’attualità dubbia.

(Aurelio Cianciotta)

Amo questo libro.
Descrive i tempi in cui c’era uno sconclusionato tentativo
di fare qualcosa che nessuno avesse mai fatto prima.

(Malcolm McLaren, 1995, Manager dei Sex Pistols)

È così pazzo, così figo, così fuori di testa.
È profondamente disperato... è tutto giusto.

(John Lydon, Sex Pistols)

Stiamo vivendo all’inferno, e sono così orgoglioso di viverci,
di essere un buon cittadino dell’inferno.

(Peter Bergman, Firesign Theatre, Los Angeles)

Quando finii Tracce di rossetto,
volevo tingermi i capelli di tutti i colori della mia giacca.

(Studente della University of Chicago, 1995)
volume illustrato Collana: OMu - Odoya Musica Numero di collana: 6 Isbn: 978-88-6288-079-4 Pagine: 448 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2010
Autore: Greil Marcus
Nessun sommario presente.
Greil Marcus

Greil Marcus, celebre autore americano, giornalista musicale e critico culturale, è noto in tutto il mondo per i suoi saggi che pongono la musica rock in una cornice culturale e politica molto più ampia di quanto sia solito fare il giornalismo musicale tradizionale. Ha scritto per anni su Rolling Stone, Creem, The Village Voice e Artforum. Il suo Mystery Train (1975), che analizza il rock nel contesto degli archetipi culturali americani, ha ridefinito i parametri della critica musicale. Tracce di rossetto (Odoya 2010) è una lettura del Novecento dal dada ai situazionisti, dai movimenti eretici ai Sex Pistols, che presenta il rock come fenomeno culturale “transtorico”. Tra le ultime pubblicazioni, ricordiamo When That Rough God Goes Riding: Listening to Van Morrison (2010) e la raccolta di scritti su Bob Dylan, pubblicata in Italia da Odoya nel 2011 col titolo Bob Dylan. Scritti 1968-2010.

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201 - Scrivi una mail
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy Contatti