volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 334 Isbn: 978-88-6288-443-3 Pagine: 400 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2018 Autore: Franco Ricciardiello

Storie di Torino

Franco Ricciardiello

sconto 5%
20,90€ 22,00€

Che Torino sia la città più europea d’Italia appare evidente allo straniero appena arrivato. Città tardiva, chiusa per secoli in un quadrilatero di mura che rappresenta una frazione minima della superficie odierna, è cresciuta con un’espansione programmata, quartiere dopo quartiere, proseguendo in lunghe linee rette la centuriazione romana del I secolo: una griglia virtuale sovrapposta a un angolo di pianura protetto dalla confluenza di due fiumi.
Nel tempo, l’ampliamento della città raggiunge confini naturali: i fiumi, le colline, i laghi. L’espansione di Torino intorno al quadrilatero romano è dunque un fatto tardivo: oggi sembra incredibile che la città abbia raggiunto la riva del Po soltanto duecento anni fa, dopo la Restaurazione, quando la Francia rivoluzionaria abbatté le mura e le porte romane.
L’espansione fisica ha coinciso con la trasformazione del suo temperamento prevalente da militare a industriale; oggi, nell’era della post-industrializzazione, la sua identità appare sfuggente, difficile da definire, come se non volesse mettersi in mostra.
La maggioranza delle Storie di Torino è di autori, registi e musicisti italiani, ma si ramifica in una vasta geografia di riferimenti, a loro volta intrecciati in una quantità di direzioni. Se nella cultura italiana la città ha un posto apparentemente secondario, è un fatto contingente dovuto solo a determinati aspetti nel carattere dei suoi abitanti – una "questione antropologica". Questo libro racconta principalmente Storie di letteratura, cinema e musica.

"Senza l’Italia, Torino sarebbe
più o meno la stessa cosa.
Ma senza Torino,
l’Italia sarebbe molto diversa."
– Umberto Eco –

"Torino era una città da penetrare:
ogni antro, con vetrina o senza, buio o illuminato,
aveva in fondo un mistero,
proprio in fondo e proprio un mistero…
Una città così pulita, diritta, castigata:
eppure, c’era un dentro di torbido così seducente!"
– Rossana Ombres, Baiadera –

Franco Ricciardiello

Franco Ricciardiello comincia a pubblicare a vent’anni. Nel 1998 vince il Premio Urania per il miglior romanzo di fantascienza italiano con Ai margini del caos (Mondadori), tradotto in Francia da Flammarion. Ha insegnato per quasi vent’anni scrittura creativa e tenuto seminari in tutta Italia. Ha collaborato con l’enciclopedia a dispense Scrivere di Bompiani-Rizzoli con il volume dedicato allo “Stile letterario”. Oggi ha all’attivo tre volumi che raccolgono la maggior parte dei suoi racconti apparsi in riviste e antologie in Italia, Francia, Grecia e Argentina, e otto romanzi; il più recente è l’ucronia Nell’ombra della Luna (2018) per Meridiano Zero. Per Delos Books sono disponibili sette suoi romanzi brevi in formato eBook. Per Odoya ha pubblicato, con la stessa formula letteraria di Storie di Berlino, anche Storie di Parigi, Storie di Venezia (2017) e Storie di Torino (2018), oltre che il Manuale di scrittura di fantascienza (2019) in collaborazione con Giulia Abbate.

Nessun sommario presente.

Che Torino sia la città più europea d’Italia appare evidente allo straniero appena arrivato. Città tardiva, chiusa per secoli in un quadrilatero di mura che rappresenta una frazione minima della superficie odierna, è cresciuta con un’espansione programmata, quartiere dopo quartiere, proseguendo in lunghe linee rette la centuriazione romana del I secolo: una griglia virtuale sovrapposta a un angolo di pianura protetto dalla confluenza di due fiumi.
Nel tempo, l’ampliamento della città raggiunge confini naturali: i fiumi, le colline, i laghi. L’espansione di Torino intorno al quadrilatero romano è dunque un fatto tardivo: oggi sembra incredibile che la città abbia raggiunto la riva del Po soltanto duecento anni fa, dopo la Restaurazione, quando la Francia rivoluzionaria abbatté le mura e le porte romane.
L’espansione fisica ha coinciso con la trasformazione del suo temperamento prevalente da militare a industriale; oggi, nell’era della post-industrializzazione, la sua identità appare sfuggente, difficile da definire, come se non volesse mettersi in mostra.
La maggioranza delle Storie di Torino è di autori, registi e musicisti italiani, ma si ramifica in una vasta geografia di riferimenti, a loro volta intrecciati in una quantità di direzioni. Se nella cultura italiana la città ha un posto apparentemente secondario, è un fatto contingente dovuto solo a determinati aspetti nel carattere dei suoi abitanti – una "questione antropologica". Questo libro racconta principalmente Storie di letteratura, cinema e musica.

"Senza l’Italia, Torino sarebbe
più o meno la stessa cosa.
Ma senza Torino,
l’Italia sarebbe molto diversa."
– Umberto Eco –

"Torino era una città da penetrare:
ogni antro, con vetrina o senza, buio o illuminato,
aveva in fondo un mistero,
proprio in fondo e proprio un mistero…
Una città così pulita, diritta, castigata:
eppure, c’era un dentro di torbido così seducente!"
– Rossana Ombres, Baiadera –

volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 334 Isbn: 978-88-6288-443-3 Pagine: 400 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2018 Autore: Franco Ricciardiello
Franco Ricciardiello

Franco Ricciardiello comincia a pubblicare a vent’anni. Nel 1998 vince il Premio Urania per il miglior romanzo di fantascienza italiano con Ai margini del caos (Mondadori), tradotto in Francia da Flammarion. Ha insegnato per quasi vent’anni scrittura creativa e tenuto seminari in tutta Italia. Ha collaborato con l’enciclopedia a dispense Scrivere di Bompiani-Rizzoli con il volume dedicato allo “Stile letterario”. Oggi ha all’attivo tre volumi che raccolgono la maggior parte dei suoi racconti apparsi in riviste e antologie in Italia, Francia, Grecia e Argentina, e otto romanzi; il più recente è l’ucronia Nell’ombra della Luna (2018) per Meridiano Zero. Per Delos Books sono disponibili sette suoi romanzi brevi in formato eBook. Per Odoya ha pubblicato, con la stessa formula letteraria di Storie di Berlino, anche Storie di Parigi, Storie di Venezia (2017) e Storie di Torino (2018), oltre che il Manuale di scrittura di fantascienza (2019) in collaborazione con Giulia Abbate.

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy