Catalogo Arti Letteratura Guida alla percezione del viaggio
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 408 Isbn: 978-88-6288-607-9 Pagine: 256 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2020 Autore: Luca Ortino Postfazione: Loris Pinzani Introduzione: Robert Silverberg

Guida alla percezione del viaggio

Luca Ortino

sconto 5%
17,10€ 18,00€

Da quando si è organizzato in società complesse, l’uomo si è messo in viaggio spinto dalla sete di conquista di nuovi territori e dall’impulso di scambiare prodotti e opere artigianali o artistiche. Solo in un secondo tempo, singoli individui hanno affrontato il viaggio per esigenze diverse, ad esempio per conoscere le usanze degli altri popoli, per studiarne lo sviluppo o per condividere le illuminazioni letterarie o scientifiche.
Vi sono casi, nell’antichità, di pensatori e filosofi che hanno effettuato viaggi per recuperare la sapienza delle epoche precedenti e, in tempi più moderni, di intellettuali che si sono mossi per immergersi nell’atmosfera di ambienti culturali diversi, per imitarli o scambiarsi informazioni e divenire, poi, cantori di terre desolate che richiamano i panorami del nostro inconscio. Altra spinta è data dalla possibilità di indagare e denunciare squilibri sociali, razzismi e sfruttamenti in paesi senza libertà di informazione.
Non esiste qualcosa di più istruttivo del viaggio, che rende il viaggiatore parte integrante di un nuovo mondo, lontano o vicino che sia. Ogni luogo, con le proprie bellezze, i paesaggi, le tradizioni, la cultura, è in grado di aprire nuove prospettive a chi fino a prima ne aveva soltanto letto o fantasticato.
In che modo, dunque, è percepito il viaggio? Cosa spinge l’uomo a valicare i confini della propria terra? Perché il viaggio di ritorno è sempre più breve di quello di partenza?
Gli autori di questa guida raggruppano le esperienze più emozionanti e significative della storia, riportando il viaggio attraverso l’anima e gli occhi degli esploratori, gli intellettuali e gli scrittori che, spinti dalle ragioni più varie, si sono persi nel mondo e nelle sue innumerevoli possibilità.

Testi di
Davide Arecco, Roberto Chiavini, Laura Dalfino, Gianfranco de Turris,
Sebastiano Fusco, Chiara Onniboni, Luca Ortino


"Io viaggio non per andare da qualche parte, ma per andare.
Viaggio per viaggiare. La gran cosa è muoversi,
sentire più acutamente il prurito della nostra vita,
scendere da questo letto di piume della civiltà
e sentirsi sotto i piedi il granito del globo."
– Robert Louis Stevenson –


"Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta:
cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente,
dicono sempre ‘Andiamo’, e non sanno perché.
I loro desideri hanno le forme delle nuvole."
– Charles Baudelaire –

Luca Ortino
ha curato antologie di racconti di genere, soprattutto fantascienza, noir, horror per Della Vigna, Mondadori e Carmignani. Ha codiretto, con il gruppo Maelström di cui faceva parte, collane dedicate al recupero della narrativa pulp degli anni Trenta per Fratini Editore e La Ponga Edizioni.
 Per Odoya è coautore di Guida alla letteratura noir (2018), Guida ai narratori italiani del fantastico (2018) e La luna nell’immaginario. Storia, letteratura, cinema (2019). È inoltre curatore di Guida alla percezione del tempo (2019), Guida alla percezione del viaggio (2020) e La percezione del clima (2021).
Nessun sommario presente.

Da quando si è organizzato in società complesse, l’uomo si è messo in viaggio spinto dalla sete di conquista di nuovi territori e dall’impulso di scambiare prodotti e opere artigianali o artistiche. Solo in un secondo tempo, singoli individui hanno affrontato il viaggio per esigenze diverse, ad esempio per conoscere le usanze degli altri popoli, per studiarne lo sviluppo o per condividere le illuminazioni letterarie o scientifiche.
Vi sono casi, nell’antichità, di pensatori e filosofi che hanno effettuato viaggi per recuperare la sapienza delle epoche precedenti e, in tempi più moderni, di intellettuali che si sono mossi per immergersi nell’atmosfera di ambienti culturali diversi, per imitarli o scambiarsi informazioni e divenire, poi, cantori di terre desolate che richiamano i panorami del nostro inconscio. Altra spinta è data dalla possibilità di indagare e denunciare squilibri sociali, razzismi e sfruttamenti in paesi senza libertà di informazione.
Non esiste qualcosa di più istruttivo del viaggio, che rende il viaggiatore parte integrante di un nuovo mondo, lontano o vicino che sia. Ogni luogo, con le proprie bellezze, i paesaggi, le tradizioni, la cultura, è in grado di aprire nuove prospettive a chi fino a prima ne aveva soltanto letto o fantasticato.
In che modo, dunque, è percepito il viaggio? Cosa spinge l’uomo a valicare i confini della propria terra? Perché il viaggio di ritorno è sempre più breve di quello di partenza?
Gli autori di questa guida raggruppano le esperienze più emozionanti e significative della storia, riportando il viaggio attraverso l’anima e gli occhi degli esploratori, gli intellettuali e gli scrittori che, spinti dalle ragioni più varie, si sono persi nel mondo e nelle sue innumerevoli possibilità.

Testi di
Davide Arecco, Roberto Chiavini, Laura Dalfino, Gianfranco de Turris,
Sebastiano Fusco, Chiara Onniboni, Luca Ortino


"Io viaggio non per andare da qualche parte, ma per andare.
Viaggio per viaggiare. La gran cosa è muoversi,
sentire più acutamente il prurito della nostra vita,
scendere da questo letto di piume della civiltà
e sentirsi sotto i piedi il granito del globo."
– Robert Louis Stevenson –


"Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta:
cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente,
dicono sempre ‘Andiamo’, e non sanno perché.
I loro desideri hanno le forme delle nuvole."
– Charles Baudelaire –

volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 408 Isbn: 978-88-6288-607-9 Pagine: 256 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 2020 Autore: Luca Ortino Postfazione: Loris Pinzani Introduzione: Robert Silverberg
Luca Ortino
ha curato antologie di racconti di genere, soprattutto fantascienza, noir, horror per Della Vigna, Mondadori e Carmignani. Ha codiretto, con il gruppo Maelström di cui faceva parte, collane dedicate al recupero della narrativa pulp degli anni Trenta per Fratini Editore e La Ponga Edizioni.
 Per Odoya è coautore di Guida alla letteratura noir (2018), Guida ai narratori italiani del fantastico (2018) e La luna nell’immaginario. Storia, letteratura, cinema (2019). È inoltre curatore di Guida alla percezione del tempo (2019), Guida alla percezione del viaggio (2020) e La percezione del clima (2021).
Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy