Catalogo Arti Letteratura La vera storia di Emilio Salgari
Novità
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 462 Isbn: 978-88-6288-745-8 Pagine: 416 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 20/04/2022
Autore: Felice Pozzo
Novità

La vera storia di Emilio Salgari

Felice Pozzo

La vera storia di Emilio Salgari

Felice Pozzo

sconto 5%
23,75€ 25,00€
La biografia più completa di Emilio Salgari, il creatore del genere avventuroso, l’uomo che ha incantato intere generazioni con tigri, pirati e fanciulle da salvare, si presenta ben diversa da come ci si potrebbe immaginare.
La scrittura è per lui un modo di sfuggire da una realtà che gli sta troppo stretta; e così i suoi straordinari racconti esotici, spesso attribuiti a fantastici viaggi compiuti nella giovinezza, sono il semplice frutto della sua fervida fantasia.
Felice Pozzo ripercorre con dovizia di aneddoti la vita dell’uomo e dello scrittore, con notizie spesso sconosciute o dimenticate, raccolte durante molti decenni di ricerca scrupolosa tra carteggi e documenti ufficiali.
Dopo l’approfondimento dei difficili anni dell’esordio, che rende più agevole la comprensione della carriera futura di un uomo tenace, autodidatta e appassionato, Pozzo si concentra sulle opere che hanno reso famoso Salgari, mantenendo nel contempo desta l’attenzione sulle vicende familiari, che evidenziano aspetti finora poco esplorati.
Proprio le numerose sventure che si abbattono sulla sua famiglia, unite a insostenibili ritmi di lavoro e diverse altre difficoltà, portano Salgari, nel 1911, al gesto estremo.
La sua rinuncia alla vita, che ha purtroppo destato qualche fantasticheria di troppo, è qui affrontata con l’opportuna cautela, tramite la verità che emerge dai documenti noti, nel rispetto per la dignità di chiunque si volga a una scelta così drastica.
Proprio come uno dei suoi libri, la storia avventurosa e straordinaria della vita di Emilio Salgari è raccontata con grande cura del dettaglio, in una lettura piacevole e avvincente.


“A voi che vi siete arricchiti con la mia pelle, mantenendo me e la mia famiglia in una continua semi-miseria od anche di più, chiedo solo che per compenso dei guadagni che vi ho dati pensiate ai miei funerali. Vi saluto spezzando la penna”.
– Emilio Salgari

“Voleva essere marinaio, ma l’unico viaggio che fece per mare fu nell’Adriatico. Ma non aveva bisogno di vedere, gli bastava leggere e sognare per far sognare gli italiani, anche gli analfabeti che in quegli anni erano sette su dieci ma si facevano leggere il Salgari da uno degli altri tre. Salgari aveva incominciato a morire a mano a mano che il veliero della sua fantasia dal mare aperto si avvicinava alla terraferma: la famiglia, i doveri, il lavoro, il principio di realtà. E quando il veliero entrò in porto, il capitano fu costretto a scendere a terra”.
– Dario Olivero
Felice Pozzo

considerato il decano degli studiosi di Emilio Salgari, ha svolto negli anni un’ininterrotta attività di ricerca e di pubblicazione di articoli, saggi e libri sulla vita e l’opera di Emilio Salgari, molti dei quali sono ormai diventati di “uso corrente”. In questo volume ha voluto tirare le fila del lavoro di una vita per creare una biografia che fosse al tempo stesso divulgativa ma anche completa e approfondita.
Tra le sue opere, ricordiamo: Emilio Salgari e dintorni (Liguori, 2000); L’officina segreta di Emilio Salgari (Mercurio, 2006); Nella giungla di carta. Itinerari toscani di Emilio Salgari (Bibliografia e Informazione, 2010); Tra Sandokan e Salgari. Yanez de Gomera, il bohémien dei mari malesi (Bibliografia e Informazione, 2016); Emilio Salgari. Il capitano della fantasia (De Ferrari, 2018); Le stanze segrete di Emilio Salgari (Solfanelli, 2021).

Capitolo 1
Alla ricerca del tempo che verrà
Nasce il creatore del romanzo di avventure italiano • Il naufragio di un sogno • Un maestro italiano • Altri tentativi di scrittura • I segreti di Salgarello • Salgarello disegnatore

Capitolo 2
Scrivere avventure: una scelta per la vita
Una rosa e una tigre • Angiolina • Una favorita per épater le bourgeois

Capitolo 3
«Carattere non di soverchio placido»
L’incontro con un famoso duellista • Incrociare le spade • Un appuntamento mancato

Capitolo 4
La vita è come un pendolo
Strangolatori a Livorno e funerali a Verona • Il tesoro degli Inca • Gli eroi di Salgari a teatro • Altre emozioni sul palcoscenico

Capitolo 5
Il grande amore e un editore importante
Il selvaggio malese di Verona • Quattro romanzi per i fratelli Treves

Capitolo 6
Bruciarsi i ponti alle spalle e percorrere il sentiero meno battuto per inseguire un sogno
L’ultimo feuilleton • Diamanti per Solano López e guerra alla superstizione • Il Viale del Re

Capitolo 7
I grandi sogni si realizzano soltanto con la fatica e la passione
“Dio, patria, famiglia, lavoro, obbedienza” • Un eccentrico americano • I palloni volano e i soldi restano a terra • Uno pseudonimo in omaggio a Ida-Aida

Capitolo 8
Spalancare le finestre sul globo terracqueo
Un famoso cartografo per Emilio Salgari • Dall’Oceano Pacifico alle praterie • I pescatori di trepang • Il fascino di Seghira

Capitolo 9
«La meritata ricompensa di un’operosità e di una nobiltà d’intenti veramente ammirevoli»
Fra campagna e montagna • Festa a Cuorgnè

Capitolo 10
Un recinto troppo stretto per uno stallone
Lavorare in esclusiva • La grande Esposizione di Torino del 1898 • A due passi dal porto di Genova

Capitolo 11
Un capolavoro e romanzi forzatamente minori
Una nascita e un ciclone • Il Corsaro Nero • Pseudonimi per Donath

Capitolo 12
La religione dei ricordi
Il romanzo che Salgari desiderò moltissimo scrivere • I “topi” di Villa De Martini

Capitolo 13
«Lottando da solo senza aiuti e senza tregua»
Nubi scure all’orizzonte • Il glorioso primato polare del duca degli Abruzzi • Il fratello scomparso

Capitolo 14
Un nuovo capolavoro e le novelle delle mille e un’identità
La regina dei Caraibi • Guido Altieri a Palermo • Guido Landucci a Livorno • E. Bertolini a Genova • Il romanzo scomparso

Capitolo 15
«Si tratta di lavorare ma sai chi sono io e come divoro i miei romanzi»
Fra le mura domestiche di Salgari • Il delitto nella camera chiusa • La corazzata di carta • Una bambola per Fathima

Capitolo 16
Maschere strappate e leggende ribadite
Il segreto svelato • Le ultime avventure di Guido Altieri • Sette anni di navigazione mai effettuati

Capitolo 17
Distribuite le carte, si gioca con quelle che ti ritrovi
Una non buona amministrazione domestica? • Il viale del tramonto a Genova

Capitolo 18
Sentieri nuovi alla ricerca di un meritato posto al sole
Un altro recinto per lo stallone ormai stremato • Villino Gazzone • Nessuna pietà per i vinti

Capitolo 19
La genialità è come un fiume che scorre sempre verso il mare
Sandokan alla riscossa 333 • La rhani di Emilio 336 Il ritorno di Treves 338 • La riconquista del Mompracem

Capitolo 20
Dopo il crepuscolo arriva l’insidiosa notte
L’annus horribilis • Il medico di famiglia • Nella fredda solitudine di una casetta campagnola • Paura! • Spleen • Incomunicabilità • I tre tavolini

Capitolo 21
«Impotente ormai a lottare me ne vado»
L’ultimo Natale • La tragica fine della rhani • Le ultime lettere • La tragica fine del grande sahib

Bibliografia delle opere di Emilio Salgari • Indice dei nomi

INDICE DEI BOX
L’influenza francese • Gli alter ego di Salgari • Thomas Mayne Reid (1818-1883) • L’editore Belforte e C. di Livorno • Costantino Dall’Argine (1842-1877) • Salgari piazzista di se stesso a Milano? • Augusto Franzoj (1848-1911) • Il primo Tremal-Naik sulle scene • Giulio Erpianis (1874-1932) • Vincenzina Ghirardi Fabiani (1859-1922) • La scure censoria dell’editore Celli • Sconosciuto articolo di Salgari con pseudonimo tratto da una pubblicità commerciale • Quintino Pene (1869-1900) • Anton Donath (1857-1940) • Romero Salgari (1898-1931) • Carlo Tallone (1879-1961) • Giuseppe Garuti ovvero Pipein Gamba (1868-1954) • Aristide Marino Gianella (1878-1961) • Antonio Garibaldo Quattrini (1880-1937) • Arminio Heer (1873-1964) • Antonio Casulli (1888-1977)
Altri libri di Felice Pozzo

Almanacco dell'Italia occulta

La biografia più completa di Emilio Salgari, il creatore del genere avventuroso, l’uomo che ha incantato intere generazioni con tigri, pirati e fanciulle da salvare, si presenta ben diversa da come ci si potrebbe immaginare.
La scrittura è per lui un modo di sfuggire da una realtà che gli sta troppo stretta; e così i suoi straordinari racconti esotici, spesso attribuiti a fantastici viaggi compiuti nella giovinezza, sono il semplice frutto della sua fervida fantasia.
Felice Pozzo ripercorre con dovizia di aneddoti la vita dell’uomo e dello scrittore, con notizie spesso sconosciute o dimenticate, raccolte durante molti decenni di ricerca scrupolosa tra carteggi e documenti ufficiali.
Dopo l’approfondimento dei difficili anni dell’esordio, che rende più agevole la comprensione della carriera futura di un uomo tenace, autodidatta e appassionato, Pozzo si concentra sulle opere che hanno reso famoso Salgari, mantenendo nel contempo desta l’attenzione sulle vicende familiari, che evidenziano aspetti finora poco esplorati.
Proprio le numerose sventure che si abbattono sulla sua famiglia, unite a insostenibili ritmi di lavoro e diverse altre difficoltà, portano Salgari, nel 1911, al gesto estremo.
La sua rinuncia alla vita, che ha purtroppo destato qualche fantasticheria di troppo, è qui affrontata con l’opportuna cautela, tramite la verità che emerge dai documenti noti, nel rispetto per la dignità di chiunque si volga a una scelta così drastica.
Proprio come uno dei suoi libri, la storia avventurosa e straordinaria della vita di Emilio Salgari è raccontata con grande cura del dettaglio, in una lettura piacevole e avvincente.


“A voi che vi siete arricchiti con la mia pelle, mantenendo me e la mia famiglia in una continua semi-miseria od anche di più, chiedo solo che per compenso dei guadagni che vi ho dati pensiate ai miei funerali. Vi saluto spezzando la penna”.
– Emilio Salgari

“Voleva essere marinaio, ma l’unico viaggio che fece per mare fu nell’Adriatico. Ma non aveva bisogno di vedere, gli bastava leggere e sognare per far sognare gli italiani, anche gli analfabeti che in quegli anni erano sette su dieci ma si facevano leggere il Salgari da uno degli altri tre. Salgari aveva incominciato a morire a mano a mano che il veliero della sua fantasia dal mare aperto si avvicinava alla terraferma: la famiglia, i doveri, il lavoro, il principio di realtà. E quando il veliero entrò in porto, il capitano fu costretto a scendere a terra”.
– Dario Olivero
volume illustrato Collana: OL - Odoya Library Numero di collana: 462 Isbn: 978-88-6288-745-8 Pagine: 416 Formato: copertina flessibile con alette Misure: 15.5 x 21 cm Data di pubblicazione: 20/04/2022
Autore: Felice Pozzo
Capitolo 1
Alla ricerca del tempo che verrà
Nasce il creatore del romanzo di avventure italiano • Il naufragio di un sogno • Un maestro italiano • Altri tentativi di scrittura • I segreti di Salgarello • Salgarello disegnatore

Capitolo 2
Scrivere avventure: una scelta per la vita
Una rosa e una tigre • Angiolina • Una favorita per épater le bourgeois

Capitolo 3
«Carattere non di soverchio placido»
L’incontro con un famoso duellista • Incrociare le spade • Un appuntamento mancato

Capitolo 4
La vita è come un pendolo
Strangolatori a Livorno e funerali a Verona • Il tesoro degli Inca • Gli eroi di Salgari a teatro • Altre emozioni sul palcoscenico

Capitolo 5
Il grande amore e un editore importante
Il selvaggio malese di Verona • Quattro romanzi per i fratelli Treves

Capitolo 6
Bruciarsi i ponti alle spalle e percorrere il sentiero meno battuto per inseguire un sogno
L’ultimo feuilleton • Diamanti per Solano López e guerra alla superstizione • Il Viale del Re

Capitolo 7
I grandi sogni si realizzano soltanto con la fatica e la passione
“Dio, patria, famiglia, lavoro, obbedienza” • Un eccentrico americano • I palloni volano e i soldi restano a terra • Uno pseudonimo in omaggio a Ida-Aida

Capitolo 8
Spalancare le finestre sul globo terracqueo
Un famoso cartografo per Emilio Salgari • Dall’Oceano Pacifico alle praterie • I pescatori di trepang • Il fascino di Seghira

Capitolo 9
«La meritata ricompensa di un’operosità e di una nobiltà d’intenti veramente ammirevoli»
Fra campagna e montagna • Festa a Cuorgnè

Capitolo 10
Un recinto troppo stretto per uno stallone
Lavorare in esclusiva • La grande Esposizione di Torino del 1898 • A due passi dal porto di Genova

Capitolo 11
Un capolavoro e romanzi forzatamente minori
Una nascita e un ciclone • Il Corsaro Nero • Pseudonimi per Donath

Capitolo 12
La religione dei ricordi
Il romanzo che Salgari desiderò moltissimo scrivere • I “topi” di Villa De Martini

Capitolo 13
«Lottando da solo senza aiuti e senza tregua»
Nubi scure all’orizzonte • Il glorioso primato polare del duca degli Abruzzi • Il fratello scomparso

Capitolo 14
Un nuovo capolavoro e le novelle delle mille e un’identità
La regina dei Caraibi • Guido Altieri a Palermo • Guido Landucci a Livorno • E. Bertolini a Genova • Il romanzo scomparso

Capitolo 15
«Si tratta di lavorare ma sai chi sono io e come divoro i miei romanzi»
Fra le mura domestiche di Salgari • Il delitto nella camera chiusa • La corazzata di carta • Una bambola per Fathima

Capitolo 16
Maschere strappate e leggende ribadite
Il segreto svelato • Le ultime avventure di Guido Altieri • Sette anni di navigazione mai effettuati

Capitolo 17
Distribuite le carte, si gioca con quelle che ti ritrovi
Una non buona amministrazione domestica? • Il viale del tramonto a Genova

Capitolo 18
Sentieri nuovi alla ricerca di un meritato posto al sole
Un altro recinto per lo stallone ormai stremato • Villino Gazzone • Nessuna pietà per i vinti

Capitolo 19
La genialità è come un fiume che scorre sempre verso il mare
Sandokan alla riscossa 333 • La rhani di Emilio 336 Il ritorno di Treves 338 • La riconquista del Mompracem

Capitolo 20
Dopo il crepuscolo arriva l’insidiosa notte
L’annus horribilis • Il medico di famiglia • Nella fredda solitudine di una casetta campagnola • Paura! • Spleen • Incomunicabilità • I tre tavolini

Capitolo 21
«Impotente ormai a lottare me ne vado»
L’ultimo Natale • La tragica fine della rhani • Le ultime lettere • La tragica fine del grande sahib

Bibliografia delle opere di Emilio Salgari • Indice dei nomi

INDICE DEI BOX
L’influenza francese • Gli alter ego di Salgari • Thomas Mayne Reid (1818-1883) • L’editore Belforte e C. di Livorno • Costantino Dall’Argine (1842-1877) • Salgari piazzista di se stesso a Milano? • Augusto Franzoj (1848-1911) • Il primo Tremal-Naik sulle scene • Giulio Erpianis (1874-1932) • Vincenzina Ghirardi Fabiani (1859-1922) • La scure censoria dell’editore Celli • Sconosciuto articolo di Salgari con pseudonimo tratto da una pubblicità commerciale • Quintino Pene (1869-1900) • Anton Donath (1857-1940) • Romero Salgari (1898-1931) • Carlo Tallone (1879-1961) • Giuseppe Garuti ovvero Pipein Gamba (1868-1954) • Aristide Marino Gianella (1878-1961) • Antonio Garibaldo Quattrini (1880-1937) • Arminio Heer (1873-1964) • Antonio Casulli (1888-1977)
Felice Pozzo

considerato il decano degli studiosi di Emilio Salgari, ha svolto negli anni un’ininterrotta attività di ricerca e di pubblicazione di articoli, saggi e libri sulla vita e l’opera di Emilio Salgari, molti dei quali sono ormai diventati di “uso corrente”. In questo volume ha voluto tirare le fila del lavoro di una vita per creare una biografia che fosse al tempo stesso divulgativa ma anche completa e approfondita.
Tra le sue opere, ricordiamo: Emilio Salgari e dintorni (Liguori, 2000); L’officina segreta di Emilio Salgari (Mercurio, 2006); Nella giungla di carta. Itinerari toscani di Emilio Salgari (Bibliografia e Informazione, 2010); Tra Sandokan e Salgari. Yanez de Gomera, il bohémien dei mari malesi (Bibliografia e Informazione, 2016); Emilio Salgari. Il capitano della fantasia (De Ferrari, 2018); Le stanze segrete di Emilio Salgari (Solfanelli, 2021).

Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nostri aggiornamenti

Invia
CASA EDITRICE ODOYA
  • Sede Legale
  • Via Carlo Marx 21, 06012 - Città di Castello (PG)
  • Tel +39 075.3758159 - Fax +39 075.8511753
  • P. Iva 02774391201 - Scrivi una mail
  • Sede Operativa
  • Via Pietro Mengoli 4, 40138 - Bologna (BO)
  • Tel. +39 051.4853205
Modalità di pagamento Privacy Policy Cookie Policy Contatti